Home » Varie & Avariate » Mosca è la città meno amichevole al mondo
mosca

Mosca è la città meno amichevole al mondo

Mosca è stata soprannominata la città meno amichevole al mondo, tra le altre Los Angeles e New York

Da oggi la città di Mosca, capitale russa, ha un nuovo record: è stata eletta la città meno amichevole al mondo.
Mosca, la più grande città europea, che di anno in anno vede aumentare vistosamente l’afflusso di turisti, è in realtà una città molto fredda.

Ma la freddezza della megalopoli non dipende da suo clima, quanto dai suoi abitanti, diffidenti, glaciali e poco amichevoli. Secondo le scelte dei lettori di Travel + Leisure, cui era stato chiesto di stilare la spinosa classifica, gli abitanti di Mosca peccano in cordialità e affabilità.

Ma questo è un dato che affligge molti degli abitanti delle più grandi e rinomate metropoli al mondo. Basti pensare che i primi dieci posti della classifica sono occupati dalle città di: Los Angeles, Atlantic City e New York, alcune delle mete più ambite, non solo dai turisti, ma da chiunque voglia cambiare lavoro e vita – chi infatti non desidererebbe vivere e lavorare nella Grande Mela?

Nelle grandi città le persone tendono a diventare maleducate, poco disposte ad aiutare qualcuno in difficoltà e spendono tutto il proprio tempo curando i loro affari personali, poco o nulla è lo spazio lasciato agli estranei.

Un turista anonimo ha dato la sua poco lusinghiera impressione sugli abitanti di Los Angeles: “rudi persone prive di speranza che cercano di fregarti in tutto”.

Di New York un altro ha detto: “New York ha tutto – basta non chiedere ad una persona per strada come trovarlo”.

Loading...

Altre Storie

Scadenza brevetti, farmaci low cost: anche il Cialis

Quest’anno scadranno i brevetti di ben 14 farmaci, per cui sarà possibile acquistare i farmaci generici …

One comment

  1. Quello descritto capita in TUTTE le grandi citta’. In piu’ i russi sono cresciuti nella ex URSS, quindi la diffidenza e freddezza verso l-estraneo l’hanno sperimentata personalmente oppure, se giovani, l’hanno appresa in famiglia. In compenso gli hooligans, nati in GB, ora sono in Russia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *