Pensioni 2020: ultime notizie su rivalutazione, Quota 100 e Quota 41

In tema pensioni, ma soprattutto insieme al novità riforma pensioni 2020, sembrerebbe che in primis ci sia la conferma che nella nuova legge di bilancio 2020 ci sarà ancora una volta quota 100, ovvero quella misura pensionistica sperimentale che sarebbe la possibilità ai lavoratori pubblici e privati di poter uscire anticipatamente dal mondo del lavoro una volta maturato 38 anni di contributi e raggiunto 62 anni di età. Ma vediamo quelle che sono le ultime notizie di oggi in tema pensioni. Le ultime notizie riguardo le pensioni, sono enunciate nella legge di bilancio 2020 e arrivano proprio con l’approvazione del testo della legge di bilancio 2020 da parte del Consiglio dei Ministri. Ci sarebbe come abbiamo visto quindi, la conferma di quota 100 per tutto il prossimo 2020 e molto probabilmente anche 2021.

Novità interessanti invece riguarderebbero la rivalutazione degli assegni pensione per il prossimo anno. Questa rivalutazione sarebbe compresa tra le tre e le quattro volte il minimo ovvero tra 1522 e 2 mila 29 euro lordi mensili. Si tratterebbe di una piccola rivalutazione delle pensioni 2020 che a quanto pare spetterà soltanto ad una platea di pensionati ovvero circa 2 milioni e mezzo. Ad oggi questo tipo di trattamenti pensionistici sono da rivalutare al 97%, mentre a partire dal prossimo anno ci potrebbe essere una rivalutazione al 100%.

Stando a quanto previsto e quindi a partire dal prossimo anno, ci sarà circa un aumento di €0,50 al mese quindi poco più di €3 l’anno, cifre che il sindacato ha definito offensive e irrisorie e per questo è stata confermata la mobilitazione nazionale per il prossimo 16 novembre. A restare invariati sono anche le percentuali di indicizzazione per gli assegni 2020 che rimangono ferme a 77% tra 2.537 e 3.455 euro, 47% fino a 4.059 e 45% fino a 4.566.

Riforma pensioni 2020, tutte le news

Le ultime notizie di oggi riguardo la riforma pensioni parlano delle nuove misure pensionistiche inserite nella riforma delle pensioni 2020. Confermata Quota 100 pensione anticipata per i lavoratori che hanno raggiunto determinati requisiti di età e contributi versati. Questa Opzione permetterebbe nel prossimo anno di lasciare il lavoro a 62 anni per cui prima rispetto ai requisiti richiesti per la pensione di vecchiaia 2020. In termini di Quota 41, questa opzione prevede la possibilità di poter andare in pensione anticipata per i lavoratori che appartengono a determinate condizioni e hanno raggiunto Quota 41 ovvero 41 anni di contributi a prescindere dall’età.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.