Annuncio disperato di Antonella Clerici prima di Porta a Porta: “Non lo fate!”

Il Codiv-19 in queste settimane ha fatto le sue vittime in ogni parte del mondo e non solo per quanto riguarda l’uomo ma anche gli animali da compagnia, molti dei quali sono stati abbandonati. A intervenire sull’argomento è stata anche Antonella Clerici che ha fatto il suo impegno a Porta a Porta, condotto da Bruno Vespa.

Il fenomeno dell’abbandono

Come abbiamo avuto modo di raccontare durante queste settimane, il Covid-19 ha fatto in modo che anche gli animali diventassero vittime silenziose del virus. Non si tratta solo di sporadici casi in cui alcuni animali da compagnia sono stati contagiati dal Coronavirus, ma anche del fatto che questi sono stati ritenuti erroneamente veicoli di contagio, fake news che hanno influenzato molte persone che hanno deciso così di abbandonare i loro amici a quattro zampe.

A intervenire sull’argomento anche Flavio Insinna che ha dichiarato: “Perché abbandonare gli animali? È vietato dalla legge, ma soprattutto è vietato dalla legge del cuore. Proteggiamo noi, proteggiamo gli animali. Non li abbandoniamo mai. Abbandonare gli animali è vietato dalla legge, ma soprattutto è vietato dalla legge del cuore”.

L’appello di Antonella Clerici

Il fenomeno dell’abbandono degli animali, dunque, è incrementato notevolmente in queste settimane preoccupando anche le associazioni che in queste settimane sono impegnate sulla tutela di tutti i cuccioli che improvvisamente hanno perso la loro casa e la loro famiglia.

L’aumento dell’abbandono è derivato dal fatto che molte fake news, insieme al parare di finti esperti, hanno incrementato l’orribile fenomeno in modo ‘spiacevole’. A intervenire sull’argomento è stata anche Antonella Clerici in occasione del suo intervento fatto durante la messa in onda della nuova puntata di Porta a Porta. Un messaggio tanto delicato, quanto importante e diretto a tutti coloro che hanno già compiuto l’azione criminosa o stanno per metterla in atto.

“Non sono contagiosi”

Nel corso delle ultime ore a tenere banco nel mondo delle news di gossip troviamo l’appello che Antonella Clerici ha fatto in diretta televisiva a Porta a Porta, condotto da Bruno Vespa.

L’intervento dell’ex conduttrice de La Prova del Cuoco, Antonella Clerici, ha condiviso una foto scattata insieme ai suoi amici a quattro zampe prima della messa in onda del programma della seconda serata di casa Rai. Nel messaggio in questione possibile leggere: “Ieri sera con Argo e Pepper collegamento @raiportaaporta. Gli animali NON sono contagiosi NON abbandoniamoli. Sono anche loro la nostra famiglia, i nostri amici cani Argo e Pepper”.

Che dicono le stelle? «Il mio astrologo mi ha confermato che il Sagittario viene da cinque anni terrificanti, di grande fatica, ma mi aspetta un periodo di gioia in cui mi riprenderò tutto ciò che mi è stato tolto. Ma, astri a parte, so che i momenti di down servono per risalire. Questa cosa mi riempie talmente di vitalità ed energia che l’auguro a tutti. Penare per poi godere appieno». Pare che la vogliano rimettere alla Prova del cuoco, che per lei ci siano nuove interessanti proposte. «La direttrice di rete a me non ha proposto proprio nulla.

Girano tante voci, ma nessuno è ancora venuto da me: io sono un costo per la Rai, so che Salini che mi stima ed è certamente attento ai conti, auspica un mio ritorno, così mi è stato detto, ma sono qui che aspetto. Anche se una cosa l’ho bene in testa: la faccia in tv ce la metto io, difficilmente mi farò convincere ancora a fare cose di cui io per prima non sarò convinta, come invece è successo in passato». È stata arrendevole? «Ho cercato di andare incontro alle esigenze di tutti. In futuro però dirò no a ciò che non condivido. Ho detto tanti sì, per far dei favori ai produttori, per fare favori alla Rai, per fare dei favori agli autori e badando poco a me stessa.

Oggi penso che se mi venissero proposti progetti che non mi piacciono, devo e voglio esser libera di poter dire no. Non sono obbligata a fare programmi per forza e tantomeno quelli che ho già fatto». Non spignatterà più? Che sacrilegio… «Non ho mai nascosto che mi piacerebbe cucinare dalla mia casa nel bosco. Dopo che per tanti anni sono entrata nelle case degli italiani, vorrei portare loro da me. Ma non ho velleità. Mi piacerebbe fare i serali che ho in mente. Resto una persona disponibile, mica divento improvvisamente arrogante o spocchiosa!». Ma Teresa De Santis non si è fatta davvero più viva con lei? «Sparita. Ma a parziale giustificazione, immagino ci sia un grave imbarazzo da parte sua. Però io la ringrazio, dico davvero. E lo penso perché devo a lei la grande opportunità che ho di resettare. Anche se confesso che lì per lì ci son rimasta malissimo. E dico malissssiiimooo.

Poi ho visto l’opportunità: venivo da 19 anni di lavoro forsennato, nei quali non mi sono mai risparmiata. E improvvisamente ho trovato il tempo. Recuperando affetti e dimensioni. Niente frenesie, niente stress, ma relax e lucidità di pensiero». Ringraziarla mi pare eccessivo, ma certamente ha avuto senso. «Quello di fare punto e a capo. Il 6 dicembre compirò 57 anni e so quello che non voglio fare in televisione, avendo avuto il tempo finalmente di vederla, la tv. So con chi non voglio più lavorare e al contempo ho capito cosa voglio fare e con chi farlo. La mia rinascita sarà fatta solo di persone che mi piacciono, creerò un gruppo di lavoro fedele nei secoli, e non accetterò più persone che nulla avevano a che fare con me». Diceva mesi fa: «Non mi sono sentita supportata, ma sopportata ». «Come ogni artista, amo stare al centro dell’attenzione, ma anche quando non ci sei il rispetto lo pretendi.

E se manca anche quello ne patisci. Arriva l’acredine e confesso di averla provata, ma ora sono davvero serena e la cosa traspare. Io sono piena di energie positive, avendo fatto il pieno di affetti, di natura, di animali. Se sto 48 ore a Roma, poi ho bisogno di tornare a casa a respirare l’aria pulita, bere il mio latte, mangiare le uova delle mie galline. Tornare nel mio bosco». Bucolica Clerici potrebbe essere un hastag da lanciare. «La verità è che ho capito che a far le cose di corsa ci perdi sempre, soprattutto a una certa età. Serve coerenza in tutto, e la selettività è determinante». Maelle cosa ha capito di questa sua fase? «Un giorno mi ha detto che era contenta che la Rai mi avesse lasciata a casa, così potevo stare più con lei.

Mi ha fatto ridere per come l’ha detto e poi ha aggiunto che si augurava che anche l’anno prossimo fosse così, salvo poi dire che però pensava non sarebbe successo. Allora le ho chiesto se volesse vedermi felice. Mi ha guardato e mi ha detto “ma tu lo sei!”. Ed è vero. Per me è stata una scoperta potermi dedicare totalmente a lei, vivendo la “normalità delle piccole cose”, rimanendo centrata in lei nel presente. Ero sempre “oltre”, in passato, a pensare a quello che avrei dovuto fare e dire in trasmissione “domani”, mentre ho scoperto il “qui e ora”. Una dimensione che scalda il cuore e fa star bene».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *