Coronavirus, infermieri comunicano con i pazienti non udenti con fogli A4

In questi giorni di emergenza da coronavirus i veri eroi sono i medici e gli infermieri nonchè tutti gli operatori sanitari che stanno facendo un lavoro incomiabile da nord a sud. A colpire in queste ultime ore è stato un dolce gesto delle infermiere dell’ospedale di Pavullo in provincia di Modena, i quali hanno comunicato con un paziente non udente lasciandogli delle frasi sparse sul letto. Tra le tante storie di umanità al tempo del coronavirus, c’è proprio questa che giunge dalla provincia di Modena che ha praticamente colpito e lasciato tutti senza parole. I protagonisti sono gli operatori sanitari che sono i primi i soldati scesi in guerra per lottare contro questo virus invisibile e spietato. Come tutti sappiamo finora ad averne ha avuto la peggio sono perlopiù gli anziani che affollano le terapie Intensive che sono costretti anche ad affrontare questa malattia completamente da soli e l’unico contatto che hanno è con i medici e gli infermieri che comunicano con loro più possibile.

Coronavirus, paziente non udete gli infermieri gli parlano attraverso dei fogli di carta

La storia che vogliamo raccontarvi oggi è quella di un malato non udente all’ospedale di Pavullo il quale Fortunatamente è risultato non positivo e con il quale gli infermieri cercano di scambiare qualche parola scrivendo gli delle frasi su dei fogli A4.”Come stai?”; “Ti saluta tuo figlio”; “Coronavirus negativo, ti spostiamo in un altro reparto”, sono queste alcune delle frasi che sono state scritta dagli operatori socio sanitari e poggiati sul letto dell’ospedale per comunicare con il paziente che fortunatamente non è risultato positivo al coronavirus. Questa immagine comunque è apparsa sui social e nello specifico è stata condivisa su Facebook dall’azienda USL di Modena e nel giro di poco tempo ha commosso il web.

Nel post che accompagna le foto si legge: “Comunicare con i pazienti anziani non udenti? Le infermiere dell’ospedale di Pavullo lo fanno così, con una dolcezza che scalda il cuore”. Diversi i commenti lasciati ai tanti utenti che hanno comunque tanto apprezzato il gesto degli infermieri.

“Un grazie immenso per questa comunicazione che arriva dritta al cuore e non solo agli occhi e alla testa. Finalmente una notizia bella in tante brutte. Mi auguro che la paziente sorda guarisca presto e bene e ancora grazie per la passione, l’attenzione e i riguardi messi nei confronti dei sordi”, ha scritto un utente di nome Rocco. Ed ancora “Grazie, siete fantastici. Da sorda e psicologa, immagino la vostra fatica, ma un po’ di carta e un po’ di pennarello tranquillizzano assai, siete un bell’esempio di comunicare si può”, ha commentato Valentina.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.