Loredana Lecciso e Albano Carrisi, confessione intima della rivale di Romina Power

L’argomento del mondo nel mondo del gossip, senza ombra di dubbio riguarda il ritorno di fiamma tra Albano e Loredana Lecciso, anche se la donna pugliese non gradisce il fatto che venga chiamato appunto ‘ritorno di fiamma’. Ecco che da parte della compagna di Albano arriva la sua confessione intima.

Albano Carrisi: l’amore è Loredana Lecciso

In questi anni abbiamo avuto modo di vedere Albano Carrisi, per il gossip, conteso tra Loredana Lecciso e Romina Power.

Le due donne nella vita del cantante di Cellino hanno avuto sempre un ruolo molto importante ma differente: l’amore dei sogni e l’amore dell’età matura. Due sentimenti che solo all’apparenza sono diversi ma che, invece, parlando la stessa lingua solo in due fasi temporali che per Albano non sono state le stesse. Il cantante di Cellino San Marco, dunque, ha voluto chiarire la sua posizione e spiegare che al suo fianco adesso c’è Loredana Lecciso, senza mai abbandonare Romina Power che ha ritrovato grazie alla musica che negli anni li ha sempre uniti. Ma il tutto non finisce qui.

Confessione intima di Loredana Lecciso

Loredana Lecciso, dunque, ha trovato il modo di realizzare il suo sogno d’amore con l’unico uomo che ha sempre amato. Dopo la confessione fatta da Albano Carrisi, ecco che arriva anche l’intervista che lei ha rilasciato a DiPiù in occasione della quale ha parlato di un sentimento che, a differenza di quello che hanno creduto molte persone, non si è mai spento: “Non vorrei parlare di ritorno di fiamma, al bano e io non abbiamo più l’età della passione ardente, ma certamente non posso negare che siamo di nuovo uniti, siamo complici”.

“Mi viene difficile classificare i sentimenti”

In occasione della lunga intervista rilasciata da Loredana Lecciso, ecco che l’attuale compagna di Albano si lascia andare anche alla seguente confessione su quelli che sono i desideri per il futuro: “Tra me e Albano c’è grande solidarietà. Stiamo bene. E credo che sia normale darci conforto a vicenda. Mi viene difficile classificare i sentimenti. Da ragazzi è molto più semplice farlo, perché ogni cosa ha un nome. Ma crescendo non senti più la necessità di etichettare un sentimento, quanto più quella di viverlo. E io cerco di viverlo nel migliore dei modi: è un periodo sereno. Vivo la quotidianità. I miei figli sono felici di vederci di nuovo insieme e sereni. Ma sarebbe stato bello che venisse in un’altra dimensione, senza l’emergenza coronavirus fuori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *