Strage di Carignano, Barbara la moglie dell’omicida aveva un nuovo compagno e voleva separarsi

Si torna a parlare della strage di Carignano, ovvero la strage messa a punto da Alberto Accastello, il quale si stava separando dalla moglie e all’alba di qualche giorno fa ha preso la pistola ed ha sparato alla donna, ai gemellini e poi al cane. Il maschietto è purtroppo deceduto, mentre la sorellina si troverebbe in gravissime condizioni.

Strage di Carignano, Barbara aveva chiesto la separazione

A distanza di qualche giorno è emersa la verità riguardo questa situazione familiare piuttosto complicata che ha portato l’uomo a fare questo gesto davvero estremo e drammatico. La moglie ovvero Barbara Gargano pare avesse chiesto la separazione da Alberto ed aveva già avviato le pratiche. In realtà sembra che Barbara l’avesse avvertita diverse volte, ma sostanzialmente non sarebbe mai cambiato nulla. Per questo motivo aveva deciso di andarsene e di portare con sé i figli Alessandro e Aurora ma anche quella volta Alberto le aveva promesso che sarebbe cambiato e che si sarebbe dedicato di più alla famiglia.

La follia di Alberto

Ormai però Barbara era decisa a chiedere la separazione che Alberto non ha mai accettato e così nella notte ha deciso di mettere fine alla vite della mogliem dei figli e anche del loro cane. Così nel cuore della notte Alberto avrebbe chiamato il fratello Marco, avvertendolo che a breve si sarebbe suicidato. Poi avrebbe impugnato la pistola e fatto fuoco dapprima contro tutta la famiglia, uccidendo inizialmente la moglie Barbara, poi i gemellini di due anni Alessandro e Aurora. Dopodiché Alberto si sarebbe diretto verso il loro cane di famiglia uccidendolo ed infine ha puntato l’arma verso di se esplodendo un colpo alle tempie. Ad allertare i soccorsi sembra sia stato il fratello, preoccupato dalla telefonata ricevuta nel cuore della notte. Purtroppo quando i carabinieri hanno fatto irruzione nella villetta, si sono trovati davanti ad una scena davvero orribile e straziante.

I racconti del padre e del nuovo compagno della vittima

La donna era ormai morta, Alessandro è poi deceduto in ospedale e la bambina si trova in condizioni disperate e lotta tra la vita e la morte. “ALBERTO NON LA PORTAVA MAI FUORI, NON USCIVA MAI CON I BAMBINI. E LEI SI ERA RIVOLTA A UN AVVOCATO PER LE PRATICHE DELLA SEPARAZIONE”. Questo quanto raccontato ai carabinieri dal nuovo compagno della donna, che nelle scorse ore ha ricevuto la visita dei Carabinieri. “QUELL’UOMO ERA PER TUTTI UN BRAVO RAGAZZO. NESSUN SEGNALE CI AVEVA MESSO IN ALLARME”. Questo invece quanto raccontato in lacrime dal padre di Barbara, Filippo Gargano. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *