Vanessa Incontrada ha dovuto affrontare numerosi hater sui social negli ultimi anni perché giudicata “sovrappeso

Di cosa vi meravigliate? Un nudo frontale (o quasi) in I copertina? “Clamorosa” è stata definita dai giòrnali. Si, è vero: il messaggio di Vanessa Incontrada è importante e chiude la bocca a hater e bodyshaming, facendola uscire dal tritacarne social che negli ultimi anni l’aveva attaccata ripetutamente perché ritenuta “sovrappeso”. Ma di nudi, Vanessa, ne aveva già fatti! E noi di loSpio, come sempre, vogliamo ricordarveli, sussurrarveli dolcemente nell’orecchio per riportarveli alla memoria e ridimensionare ima copertina che è – siamo d’accordo – rivoluzionaria per alcuni aspetti, ma già vista per altri.

I primi passi nel mondo dello spettacolo li ha fatti, per così dire, in slip e reggiseno. Vi ricordate il suo provino a fine anni ’90 per Mediaset? Da poco arrivata a Milano, incantò il pubblico italiano
con una sensualità di quelle che appartiene a poche – e con un finale senza pezzo sopra di fronte al quale si può rimanere soltanto a bocca aperta. Uno schianto vero e proprio, un concentrato di fascino, bellezza ed eleganza che la portò, di li a poco, a fare la televisione.

Quella vera. Certo, aveva qualche anno e qualche chi lo in meno – come accade ad ogni essere umano sottoposto alla triste sorte dell’invecchiamento – ma la classe è rimasta la stessa. Anche passando per i vari film in cui ha recitato dal 2003 al 2017.

Già, anche sul grande schermo qualche nudo gli è scappato. Come ad esempio in Quale Amore, film del 2006 in cui la showgirl di Barcellona appare in tutta la sua bellezza, così come mamma l’ha fatta. Oppure in Tutte le donne della mia vita, l’anno successivo, dove si mostra altrettanto nuda e disinibita. Insomma, la nostra incantevole Vanessa ha sempre avuto un certo feeling con le proprie forme. E mostrarle in copertina non dev’essere stata nemmeno una così grande novità per lei. Il vero ostacolo è stato superare i giudizi della gente. Quello sì che dev’essere un grande scoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *