Intrattenimento

Freddie Mercury a 30 anni dalla morte la sua eredità continua a vivere

Freddie Mercury è uno degli artisti più importanti nella storia del rock nel mondo. Sono passati 30 anni dalla sua morte, ma la sua eredità continua a vivere. Mercury muore il 24 novembre 1991 a Kensington, Londra, dopo una carriera di successo con il gruppo Queen, con il quale, in meno di un decennio, raggiunge lo status di leggenda del rock.

1 di 8 | Nel settembre 2016, nell’ambito di quello che sarebbe stato il 70° compleanno di Freddie Mercury, il fotografo Richard Young – amico anche del cantante – ha svelato la mostra “A Kind of Magic”, che comprendeva foto fino ad allora inedite sul mondo privato e intimo della vocalist dei Queen.

2 di 8 | Il fotografo Richard Young e Freddie Mercury si incontrarono a Capodanno del 1977. Negli anni che seguirono, Young fotografò le più grandi esibizioni e feste di Mercury, così come i momenti più tranquilli della vita personale del cantante, come questo raffigurato con il suo gatto Tiffany nella sua casa di Londra nel 1988.

3 di 8 | “Quando incontri persone e ti siedi con loro, parli e basta. Non sai mai quanto durerà quella relazione”, ha detto Young. “Ricordo il mio primo incontro con Freddie e ho pensato ‘sai qualcosa, penso che gli piaccia e penso che se lo faccio bene, potrebbe essere una relazione a lungo termine'”. In questa foto, possiamo vedere l’attrice Jane Seymour e Freddie Mercury alla Royal Albert Hall di Londra nel 1985.

4 di 8 | “Freddie aveva un certo tipo di eleganza in lui, e un certo modo di sapere cosa voleva indossare sul palco, ed era sempre una combinazione di colori che sembrava sempre fantastica. Aveva un ottimo occhio per la moda e i vestiti”, ha detto Young. Nella foto, Freddie Mercury può essere visto durante il Queen’s Magic Tour, allo stadio di Wembley, Londra, 1986.

5 di 8 | “Ricordo di aver fotografato l’ultima festa [dei Queen] al Groucho Club dopo i Brit Awards del 1990, quando ricevettero il loro premio [Outstanding Contribution to Music], e Freddie era lì con un aspetto impeccabile come sempre, nel suo splendido abito azzurro a doppio bottone, accanto a Liza Minnelli”, ha detto Young. (Per gentile concessione di Richard Young)

6 di 8 | “Tutti nella cerchia ristretta della band avevano un soprannome. Mi chiamavo Muriel”, ha detto Young. Il soprannome si adattava perfettamente alla festa per il 38 ° compleanno di Mercury, una drag dance tenutasi in un club gay di Monaco, dove tutti i partecipanti erano tenuti a vestirsi secondo il tema. “Gli ho chiesto: ‘Tutti?’ e lui ha detto: ‘Tutti'”. Young, che non è uno da deludere, si è presentato in un vestito, tacchi da gattino e una parrucca bionda a cascata. In questa foto, Freddie Mercury può essere visto alla festa dei Queen’s Crazy Hats al Legends Nightclub di Londra nel 1979.

7 di 8 | “[Ho fotografato] i Queen nel loro complesso, ma ovviamente Freddie era il principale punto di attenzione per lo showman che era. Quindi la macchina fotografica, come la maggior parte delle persone, si concentra sempre su di lui. Voglio dire, ho scattato molte foto di Brian May, Roger Taylor e John Deacon, ma l’obiettivo principale era sempre Freddie”. Nella foto, Freddie Mercury stava girando un video dei Queen, nel 1986.

8 di 8 | “Era una persona stravagante anche fuori dal palco. È stato un piacere stare con lui. Era una Vergine come me – grande senso dell’umorismo, grande divertimento – ed era solo un uomo adorabile e affascinante. Molto generoso.” La foto mostra Freddie Mercury alla sua festa di 40 anni, Londra, nel 1986.

Alcuni fatti sulla vita e la carriera di Freddie Mercury

1. Freddie Mercury, il cui nome di nascita era Farrokh Bulsara, è nato il 5 settembre 1946 a Stone Town, Zanzibar, un’isola semi-autonoma al largo della costa della Tanzania.

2. La famiglia Bulsara era Parsi dall’India, seguaci dello zoroastrismo, un’antica religione persiana.

3. Si ritiene che il giovane Farrokh abbia iniziato a cantare nel Tempio zoroastriano della città quando era un bambino. A quel tempo, c’erano circa 300 membri della comunità Parsi a Zanzibar. Oggi ne rimangono solo pochi e il tempio è stato abbandonato per molto tempo.

4. Mercury trascorse la maggior parte della sua infanzia a Zanzibar e frequentò un collegio in India. Nei primi anni 1960, la sua famiglia si trasferì nel Regno Unito.

5. Nei primi anni 1970, Mercury creò la band Queen insieme al chitarrista Brian May, al batterista Roger Taylor e al bassista John Deacon. I suoi compagni di band lo descrivono come generoso, assolutamente dedito alla musica e come una persona molto affettuosa.

6. Nel 1980 i Queen pubblicarono “Another One Bites the Dust”, uno dei singoli più venduti della band. L’anno seguente, nel 1981, pubblicarono la compilation Greatest Hits, che fu il loro album più venduto nel Regno Unito.

7. Freddie Mercury era un artista magnetico che impazziva per i suoi fan con il suo carisma e la sua abilità vocale su canzoni come Bohemian Rapsody. I suoi costumi, costumi solitamente incollati al corpo, hanno aiutato la seduzione e il fascino del suo pubblico.

8. Mercurio ha pianificato attentamente le sue esibizioni. In un’intervista, l’artista ha detto che dopo ogni presentazione avrebbe fatto ricerche approfondite e si sarebbe consultato con i suoi consulenti più stretti per nuove idee.

9. Nonostante avesse una personalità travolgente sul palco, si diceva che Mercury fosse timido fuori dal palco, specialmente con persone che non conosceva.

10. La sua bisessualità non era un segreto per le persone a lui vicine, ma Mercurio manteneva private le sue relazioni con uomini e donne. Non si sposò mai, ma ebbe lunghe relazioni romantiche.

11. La causa finale della morte di Freddie Mercury all’età di 45 anni il 24 novembre 1991 è stata attribuita alla broncopolmonite da HIV.

12. C’è un asteroide chiamato nel suo nome. Il leader della leggendaria band, che ha cantato “I’m a shooting star leaping through the sky” nella canzone “Don’t stop me now”, è stato onorato dall’Unione Astronomica Internazionale dei Piccoli Pianeti (IAU) ribattezzato asteroide 17473, che è stato scoperto nel 1991, l’anno in cui il cantante è morto, in onore di Mercurio.

13. Il biopic Bohemian Rhapsody ha interpretato Rami Malek nel ruolo di Freddie Mercury. Racconta il periodo tra la formazione della band Queen e l’iconico concerto al Wimbley Stadium nel 1985, con una storica esibizione di Mercury.

14. Nel 2011 Google ha celebrato quello che sarebbe stato il 65 ° compleanno di Mercury con uno doodle della canzone dei Queen “Don’t Stop Me Now”.

15. Un museo in onore di Freddie è stato aperto nel 2020 a Zanzibar, il luogo di nascita di Farrokh Bulsara. Il museo si trova nella cosiddetta Mercury House, una vecchia casa della famiglia Bulsara.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *