Intrattenimento

Freddie Mercury: chi è, età, morte, origini, moglie, figli, Queen, Jim Hutton, Bohemian Rhapsody, eredità

Si può dire forte e chiaro che Freddie Mercury è uno degli idoli musicali più intramontabili della storia del rock senza paura di sbagliare. Basta guardare indietro all’anno in cui saranno passati tre decenni dalla sua morte per verificare l’enorme eredità artistica lasciata dalla mano di Brian May, Roger Tylor e John Deacon, suoi compagni queen.

Qual era il nome di Freddie Mercury nella vita reale?

Nato a Zanzibar, Freddie Mercury non era il suo nome, ma il suo segno distintivo come artista. Il suo vero nome era Farrokh Bulsara e, a poco a poco, si è evoluto fino a portare a Freddie. Per quanto riguarda il soprannome Mercurio ci sono diverse teorie, anche se molti sostengono che fosse una sorta di tributo a sua madre. Farrokh Bulsara cambiò il suo nome in Freddie Mercury quando la band fu battezzata Queen.

Le canzoni più famose di Freddie Mercury

Fin dalla più tenera età Freddie Mercury era chiaro che era nato per la musica e combatteva per essa. Finché un giorno la band Smile incrociò la sua strada e alcuni allora sconosciuti Brian May e Roger Taylor chiesero a Freddie di essere il cantante del gruppo, che in seguito sarebbe stato ribattezzato Queen.

Oltre alle canzoni a cui Freddie ha dato voce come membro della band, ci sono molti titoli dei più grandi successi dei Queen firmati dallo Zanzibar come l’inconfondibile e idolatrato Bohemian Rhapsody, Killer Queen, Somebody to Love, Good Old-Fashioned Lover Boy, We Are the Champions, Bicycle Race, Don’t Stop Me Now, Crazy Little Thing Called Love, Play the Game o Seven Seas of Rhye. Tutte canzoni mitiche, ricordate a livello internazionale e, ancora oggi, le più ascoltate sulle piattaforme di streaming,come accaduto con Bohemian Rhapsody, che è stato proclamato il più ascoltato attraverso questi canali nel XX secolo con la sua durata di 5:55.

Queen nel 1985

Canzoni di Freddie Mercury senza i Queen

Oltre al suo ruolo di leader dei Queen, Freddie Mercury ha anche raccolto altri successi musicali come l’iconica canzone Barcelona con il soprano Montserrat Caballé, con il quale ha registrato un album completo. Ma, prima che ciò accadesse, Freddie si prese una pausa nella sua carriera come parte del quartetto rock e registrò l’album Mr. Bad Guy, che conteneva canzoni come Living on my own,la più popolare di tutte, così come I Was Born To Love You o Made in Heaven.

Cosa è successo alla moglie di Freddie Mercury?

Contrariamente a quanto molti pensano, Freddie Mercury non abbia sposato Mary Austin, anche se le ha chiesto di sposarsi. Tuttavia, era il grande amore della sua vita (come cantava in Love of my life). “Per me è stato un matrimonio. Crediamo l’uno nell’altro. Tutti i miei amanti mi hanno chiesto perché non potevano sostituire Maria. È perché è semplicemente impossibile”, ha dichiarato una volta l’artista.

Perché anche se il loro corteggiamento finì, Mary Austin fu al fianco della vita della cantante fino alla fine. Anche dopo aver rifatto la sua vita con un altro uomo, che ha sposato e con il quale ha avuto due figli.

Fino ad oggi, Mary Austin è una delle persone che conosce più segreti sulla vita di Freddie Mercury e anche sulla sua scomparsa. Dopo che il musicista le ha lasciato gran parte della sua eredità, il britannico continua a vivere nella lussuosa villa di 28 stanze a Kensington che il leader della regina le ha lasciato.

Freddie Mercury e Mary Austin nel 1986.

Come hai conosciuto Jim Hutton?

L’altro grande amore di Freddie Mercury fu Jim Hutton, con il quale mantenne un corteggiamento di sette anni, fino alla fine dei giorni dell’artista. Sebbene il film Bohemian Rhapsody indichi che si sono incontrati a una festa, la prima volta che si sono visti è stato in una discoteca e fino a un anno dopo, nel 1985, non si sono più incontrati, è stato allora che hanno iniziato la loro relazione romantica.

Cosa ha causato la morte di Freddie Mercury?

Il 24 novembre 1991, Freddie Mercury morì all’età di 45 anni e la causa ufficiale della sua morte fu la broncopolmonite complicata dall’AIDS dopo aver trascorso gli ultimi anni della sua vita a soffrire le conseguenze di questa grave malattia.

Cosa è successo ai Queen dopo la morte di Freddie Mercury?

Dopo la morte di Freddie Mercury,ci sono stati molti tributi che sono stati fatti al cantante. Uno dei più ricordati è stato quello realizzato da George Michael che ha suonato con i Queen e ha definito l’esperienza così: “Probabilmente è stato il momento per cui mi sento più orgoglioso della mia carriera. Vivevo una fantasia della mia infanzia, cantando una delle canzoni di Freddie di fronte a 80.000 persone. È stato davvero strano, un misto di incredibile orgoglio e tristezza per me”. Fu proprio a causa di questa performance applaudita che il suo nome fu mescolato come sostituto.

Ma non è stato George Michael che si è avvicinato a diventare la nuova voce dei Queen, ma il britannico Robbie Williams. Tuttavia, ha rifiutato l’offerta e alla fine è stato nel 2011 quando Adam Lambert sarebbe diventato l’attuale cantante dopo essere rimasto senza parole con la sua partecipazione ad American Idol.

Tributi a Freddie Mercury: cos’è Freddie per un giorno?

Uno dei modi più originali che i fan di Freddie Mercury hanno di ricordarlo da quando è morto nel novembre 1991 è quello noto come Freddie per un giorno,che si celebra ogni anno tra il 3 e il 5 settembre, quest’ultimo sarebbe il giorno del compleanno dell’artista. La celebrazione è per gli ammiratori di Mercurio di tutti i paesi per vestirsi come lui, per ricordarlo con le sue caratterizzazioni più note. Un’iniziativa della Mercury Phoenix Trusts Aids Charity,fondata nel 1992 per combattere l’HIV a livello internazionale e di cui sono responsabili Brian May, Jim Beach, Roger Taylor e Mary Austin.

Cosa è successo all’eredità di Freddie Mercury?

“Oh Freddie, mi hai lasciato troppo e troppo da affrontare”, ha riconosciuto Mary Austin,il suo grande amore ed erede principale, in un’intervista del 2013 al Daily Mail. Non c’è da stupirsi, dal momento che il cantante ha nominato gli inglesi come benefattore del 75% della sua fortuna, oltre alla sua villa e ad altri beni come percentuale dei diritti su tutte le sue canzoni. Proprio per quest’ultima Mary Austin è stata aspramente criticata dal resto dei membri dei Queen, poiché, questa clausola ha fatto che tre decenni dopo continua a intascare migliaia di dollari all’anno.

‘Bohemian Rhapsody’: il film di Freddie Mercury

Il biopic su Freddie Mercury ha completamente spazzato via nel 2018, rivivendo momenti mitici della carriera dell’artista come il multitudinario concerto di solidarietà Live Aid. Diretto da Bryan Singer,è interpretato da Rami Malek nel ruolo di Mercury. Un cast che ha completato Gwilym Lee come Brian May, Ben Hardy come Roger Taylor e Joseph Mazzello come John Deacon. Tale è stato il suo successo che è stato approvato da quattro Oscar, due Golden Globe e due BAFTA.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *