Manuel Bortuzzo: chi è, la sua storia dalla sparatoria al giorno d’oggi, Ultima gara

Manuel Bortuzzo è purtroppo una vittima di una sparatoria avvenuta nella notte tra il 2 e il 3 febbraio 2019. L’uomo si trovava fuori da un bar alla periferia sud di Roma, quando improvvisamente è stato colpito da un proiettile che lo ha lasciato paralizzato alle gambe. Ma come sta oggi l’uomo? È tornato a camminare? Ripercorriamo la vicenda drammatica di Manuel e cerchiamo di capire come sono andati gli anni e come sta oggi.

Manuel Bortuzzo, chi è

Come abbiamo già avuto modo di anticipare, Manuel è rimasto vittima di un incidente drammatico avvenuto nella notte tra il 2 e il 3 febbraio 2019 proprio mentre si trovava fuori da un bar nella periferia sud di Roma. Sembrava una sabato sera come tanti altri, ma per Manuel invece si è trattato dell’inizio di un vero e proprio incubo. Sognava di diventare un campione di nuoto, ma purtroppo questo sogno si è infranto in quella notte.

La sparatoria all’Axa

Nello specifico nella notte tra il 2 ed il 3 febbraio 2019, Manuel si trovava insieme alla sua fidanzata Martina anche lei una nuotatrice davanti ad un distributore automatico di sigarette. Si trovava nello specifico nella zona dell’Axa, tra l’Eur e Ostia nel momento in cui è avvenuta una sparatoria. Purtroppo Manuel che all’epoca era poco più che un ventenne, venne raggiunto da alcuni proiettili subendo una lesione al midollo che non gli ha permesso più di camminare.

Ovviamente in seguito a quanto accaduto,  si è infranto anche uno dei suoi più grandi sogni ovvero quello di sfondare nel mondo del nuoto agonistico. È stato soltanto dopo pochi giorni che i due ad aver esploso i tre colpi d’arma da fuoco hanno confessato. Si tratterebbe di Lorenzo Marinelli e Daniel Bazzano. I due pare abbiano confermato di aver sparato tre colpi d’arma da fuoco da un’auto in corsa, ma hanno sostenuto da sempre di aver colpito ovviamente per errore l’atleta. I due giovani sono stati però accusati di tentato duplice omicidio aggravato da futili motivi e condannati a 16 anni di carcere con rito abbreviato.

La speranza, da Rinascere a Ultima gara

Manuel Bortuzzo ad ogni modo non ha mai smesso di sperare. In questi anni ha iniziato un percorso di riabilitazione in palestra e poi anche in piscina. Fortunatamente per lui la lesione al midollo non è completa e quindi c’è ancora tanta speranza per poter recuperare. Ha avviato anche un progetto televisivo prendendo parte al film L’ultima gara. A questo hanno preso parte e artisti e nuotatori molto importanti come Massimiliano Rosolino, Emiliano Brembilla e Filippo Magnini.

One comment

  1. Auguri Manuel ti auguro che tu possa tornare a camminare lo spero tanto per te auguri di nuovo Manuel simpaticone mio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *