Roberto Farnesi e i sensi di colpa dopo la nascita della figlia

Sono al settimo cielo. Ho atteso tanto questo evento e stanotte ho visto per la prima volta mia figlia. È stata un’emozione grandissima. Sono entrato in sala parto quando i medici le stavano tagliando il cordone ombelicale e lei era lì, presa subito in braccio dalla mamma. Che dire? Una gioia immensa condivisa con la mia famiglia e quella di Lucya».

Con queste parole affidate al Tirreno, l’attore Roberto Farnesi, stella della soap di Raiuno II paradiso delle signore nel ruolo di Umberto Guarnieri, ha annunciato la nascita della prima figlia. La piccola è frutto dell’amore tra Farnesi e la compagna Lucya Belcastro, che hanno scelto per lei un nome breve e dolce: Mia. La piccola è nata all’una del mattino del 22 novembre, all’ospedale di Pisa, e pesava due chili e novecento grammi. «A novembre io e Lucya festeggeremo sette anni d’amore e ci faremo un meraviglioso regalo: avremo una bambina, che nascerà nei giorni vicini all’anniversario e si chiamerà Mia o Margherita.

Sarà Lucya a scegliere il nome che preferisce», aveva detto Farnesi  in estate, condividendo la felicità che provava nel diventare per la prima volta padre a 52 anni. Alla fine il nome prescelto è stato Mia e anche la previsione sui tempi è stata rispettata.

Mia, infatti, aveva fretta di nascere e di conoscere la sua mamma e il suo papà e non si è fatta attendere più del necessario. «Con Lucya siamo entrati nel reparto di maternità nel pomeriggio, poi in serata è iniziato il travaglio e nella nottata siamo diventati genitori.

Il parto è stato naturale e per fortuna senza alcuna complicazione e nel reparto abbiamo potuto toccare con mano una grandissima professionalità, per questo colgo l’occasione, anche a nome della mia compagna, di ringraziare pubblicamente tutto il personale che ha aiutato a fare nascere nostra figlia», ha raccontato Farnesi. Poi la stella della TV ha deciso di presentare sua figlia ai tanti fans che lo seguono con affetto e che gioiscono dei suoi successi professionali e personali. Farnesi ha pubblicato sui social la prima foto di Mia, che vedete nella pagina accanto, in cui la piccola riposa tranquilla tra le sue braccia, e vicino alla foto ha scritto “Buongiorno principessa”.

Dalle sue parole è evidente che Farnesi non vedesse l’ora di diventare papà, ma ha dovuto aspettare a lungo che arrivasse la donna giusta. «Sentivo da tempo il desiderio di diventare padre, ma per realizzarlo dovevo trovare la persona giusta. Questa persona è Lucya.

Con lei ho sviluppato una compatibilità tale, nel carattere, negli obiettivi e nelle idee sulla vita, da sentirmi pronto a creare una famiglia», ci ha confidato l’attore.  Farnesi ha conosciuto Lucya  tramite amici comuni e non si è fatto spaventare dalla differenza di età, venticinque anni, perché I nel loro amore ha visto qualcosa che già conosceva. «Mio padre e mia madre sono la dimostrazione che l’età non conta. Tra i due c’erano ventiquattro anni di differenza eppure il loro è stato un amore felice e hanno creato una famiglia solida e unita. E io spero di seguire il loro esempio con Lucya e la nostra bambina».

Una volta capito che Lucya era la donna perfetta per lui, Farnesi ha scelto comunque di rimandare i progetti di famiglia per il suo bene. «Per me era importante dare a Lucya la possibilità di consolidare la sua carriera. Si è laureata e nel 2017 ha trovato un lavoro che ama molto, presso un grande gruppo automobilistico interazionale. In quel periodo già parlavamo di avere figli, ma ho preferito rimandare perché rimanere incinta subito dopo essere stata assunta avrebbe complicato notevolmente il suo percorso lavorativo».

Due anni dopo avere preso questa decisione, Roberto e Lucya si sono sentiti pronti a compiere il grande passo, ma c’è stato un contrattempo non da poco, che ha rimandato ulteriormente i loro piani. «Abbiamo dovuto rimandare ancora per cause di forza maggiore. È scoppiata la pandemia, c’erano migliaia di contagi ogni giorno, non me la sentivo di iniziare il percorso della paternità in quella situazione precaria.

Abbiamo preferito che passasse quella burrasca per pensare ad avere un figlio. A febbraio, quando gli approvvigionamenti di vaccini sono diventati stabili, ci siamo detti: “Dai, proviamoci”. E abbiamo avuto fortuna subito». La pazienza è stata premiata, oggi Farnesi ha accanto una compagna innamorata, una bellissima bambina e una famiglia altrettanto felice: «Mia madre e le mie tre sorelle non potrebbero essere più felici. Mia madre, che ha ottantadue anni, ha sempre sognato di vedermi diventare padre. Mi dispiace solo che mio padre non ci sia più e che non conoscerà mia figlia. Mi manca ogni giorno e ora che sono padre ancora di più».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *