Sabrina Salerno: chi è, età, carriera, biografia, marito, figli e vita privata

Cantante italiana e sex symbol di fantastico successo negli anni Ottanta. Sabrina Debora Salerno è una delle interpreti più popolari d’Italia. Si è avventurato in diversi campi del mezzo artistico, nella recitazione, nella produzione e nella modellazione, tuttavia, la sua grande fama è stata riportata dalla musica.

Ragazzi, IL successo

Era la fine degli anni Ottanta e Sabrina pubblicò il singolo Boys (Summertime Love) e improvvisamente le classifiche esplosero a favore della canzone. Ma la diffusione non è stata fantastica solo in Italia ma anche in altri paesi europei come Francia, Svizzera, Spagna e Regno Unito. Vale la pena notare che questa canzone ha una presenza fondamentale in qualsiasi lista di greatest hits degli anni ottanta.

Ad accompagnare l’esplosione che ha prodotto il tema viene montato un video della canzone in cui la sensuale cantante appare in costume da bagno e in una parte i suoi seni sono apprezzati in modo molto evidente, causando ovviamente una ripercussione ancora maggiore.

Questo fatto attribuirà anche a Sabrina una particolare considerazione di sex symbol che l’accompagnerà per tutta la vita fino ad oggi.

Inoltre, quel meritato soprannome di sex symbol l’ha portata ad accettare molte produzioni fotografiche di nudo per diverse riviste.

Si avventura anche nella recitazione, nella modellazione e come imprenditrice

Sabrina è originaria di Genova dove è nata il 15 marzo 1968.

Decisa ad avventurarsi nel mondo artistico, ha seguito i primi passi nel mondo della modellazione e del tevé. Poi i contatti che avrebbe fatto l’avrebbero avvicinata alla musica.

A livello personale, è sposata da diversi anni con il produttore Enrico Monti con il quale non solo ha formato una famiglia e ha un figlio, ma sono anche soci di una catena alberghiera veneta, in Italia, e di uno studio di registrazione. Sabrina, possiede anche l’etichetta discografica New Boys Production.

Oggi continua ad esibirsi dal vivo in varie parti del mondo con molto impatto.

Sabrina Salerno è nata a Genova il 15 marzo 1968. Splendidamente bella fin dall’adolescenza, è stata scelta Miss Liguria all’età di sedici anni, il trampolino di lancio che le ha permesso di fare i suoi primi timidi passi nel mondo dello spettacolo. Inizialmente disorientata e insicura, in realtà la bellezza genoese ha molto coraggio e aspetta solo l’occasione giusta per strapparsi le unghie seducenti. Tuttavia, molti dei suoi atteggiamenti duri nascondono un dramma personale, come lei stessa dice sul suo sito web personale: “Mio padre ha lasciato mia madre quando è rimasta incinta e non voleva riconoscermi. Sono cresciuto per cinque anni con i miei nonni perché mia madre non poteva prendersi cura di me perché dovevo lavorare. Avevo dodici anni quando cercai di riavere ciò che mio padre mi doveva: amore, sostegno, sicurezza e tenerezza. L’ho chiamato al telefono. All’altra estremità ho trovato un muro. Sono cresciuto comunque, cercando di indurire ancora di più la mia armatura”.

In ogni caso, il suo fisico femminile, praticamente perfetto, il suo aspetto ambiguo ma molto sexy (soffre di una leggera torta di Venere che le si addice molto bene), le sue forme generose non potevano passare inosservate. Nel 1985, infatti, partecipa subito ad un importante programma, “Premiatissima”, condotto da quel vero mostro sacro dello spettacolo, Johnny Dorelli. Anche se Sabrina non poteva essere relegata a semplice compagna. Vuole giocare le sue carte nel mondo della musica, attratta come è dalle produzioni internazionali e dalla lunga onda di “danza” che regnava in quegli anni.

Sabrina Salerno

Sabrina Salerno

Lancia, rischia la sua credibilità e pubblica il suo primo singolo “Sexy Girl”, una delle poche canzoni nate in Italia ma cantate in inglese, e prende il jackpot. Il singolo ha scalato le classifiche in Italia e Germania. Infine, nel mondo soffocante della musica italiana, fatto di melodie dispiegate e atmosfere malinconiche, qualcuno che ha il coraggio di presentarsi in un’apparizione che farebbe invidia alle star straniere più blasonato. Al primo ascolto, infatti, il pezzo non sembra proprio una produzione locale, ma una canzone importata direttamente dall’altra parte del Canale.

Una volta testato il terreno dell’approvazione pubblica, quindi, è il momento di fare un passo ancora più importante, che è quello di pubblicare un intero album. Nel 1986-87 è la volta di “Sabrina”, che contiene il singolo “Boys”, un altro successo, questa volta diffuso e ben accolto in tutta Europa (oltre che in Sud America e Australia).

Gli anni successivi furono caratterizzati da un grande lavoro e da numerose richieste, oltre che dalla registrazione di diversi brani, tutti ben accolti dal pubblico. Nel 1988 esce l’album “SuperSabrina” con il singolo “Like a Yoyo”. I testi delle sue canzoni sono sempre un po’ piccanti e sexy, Sabrina gioca con disattente nella sua immagine di mangiatrice di uomini. Un personaggio che si è costruito grazie alle decine di fotografie apparse su tutti i giornali in cui la cantante è sempre provocante e seducente e in cui appare spesso senza velo. Dopo un concerto a Mosca nel 1989, puntualmente, appare il cinema e nello stesso anno gira il film “Fratelli d’Italia” insieme a Jerry Calà

Nel 1991 partecipa al Festival di Sanremo insieme a Jo Squillo con il brano “Siamo Donne”. Nel 1995 debutta sul palcoscenico sotto la direzione di Alessandro Capone nel ruolo di Fata Morgana nello spettacolo “I cavalieri della tavola Rotonda”. Nel 1999, ha avuto l’opportunità di partecipare al film “Jolly Blue” di Max Pezzali, contemporaneamente all’uscita del suo nuovo album “A flower is broken”.

Jo Squillo e Sabrina Salerno

Sabrina Salerno con Jo Squillo

Dopo essere stata una delle cantanti italiane che si spopolarono negli anni ’80, nel 2002 tornò in televisione come corrispondente speciale per il nuovo programma italiano 1 “Matricole e Meteore”, con l’ironico soprannome di “Sexy Bond”. Per l’occasione, Salerno si veste da agente speciale che ha il compito di dare la caccia alle glorie dello spettacolo che hanno avuto successo negli anni ’70 e ’80 e poi sono cadute nell’oblio.

Dal 2001 al 2003 si è esibito in teatro con il musical “Emozioni”, diretto da Sergio Japino, con Ambra Angiolini e Vladimir Luxuria. Il musical fu un successo e Sabrina convinse la critica. Nel 2004 ha dato alla luce il figlio Luca Maria, con il compagno Enrico Monti, che ha sposato nel 2006.

Nel 2005 recita nel film indipendente “Colori”, diretto da Cristiano Ceriello, ispirato a Dogma 95, che gli vale il premio della critica al Salerno Film Festival. Diretta dallo stesso regista, ha recitato in “Film D.” nel 2006.

Nove anni dopo il suo ultimo album, torna sulla scena musicale italiana nel settembre 2008 con un nuovo album dal titolo “Erase/Rewind”, due CD che raccolgono 13 successi storici e 13 brani pop rock inediti.

Per l’estate del 2010 tenta una rinascita degli anni ’80 come cantante in coppia con la sexy Samantha Fox, duello nella famosa “Call Me”, originariamente portata al successo dal gruppo “Blondie”. Sempre nel luglio 2010, ha diretto quattro episodi del programma “Míticos 80” in prima serata su Italia Uno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.