Silvia Toffanin raddoppia con Verissimo, anche di Domenica

Ci sono due doti che caratterizzano, nella vita e in tv, Silvia Toffanin. La prima è quella di saper ascoltare, la seconda è quella di saper scegliere chi ascoltare. Il successo di Verissimo, che compie 25 anni e dal 18 e 19 settembre raddoppia il suo appuntamento con una puntata in onda il sabato (tutta la stagione) e una la domenica pomeriggio (per dieci settimane), è tutto qui, nella padrona di casa.

Silvia ascolta, non interrompe mai il proprio interlocutore, partecipa emotivamente al suo racconto, non ha paura del silenzio, perché è lì che chi parla aggiunge sempre qualcosa che non aveva detto o che non pensava di dire. E da Silvia tutti vanno volentieri ad aprirsi, a confidarsi, da 15 anni a questa parte, da quando è al timone del programma.

È lei, con il suo approccio umano e giornalistico, a mettere a proprio agio gli ospiti. E finora, a parte Michelle Obama, uno dei suoi sogni, li ha avuti tutti. Non c’è scoop che non sia passato dal suo programma, non c’è personaggio del momento che non sia stato intercettato da Verissimo.

Silvia sa unire mondi diversi, da quello del cinema a quello dello spettacolo, da volti internazionali a protagonisti del piccolo schermo. Il suo è un appuntamento fisso che va oltre i personaggi, perché, ormai, è una garanzia. In un contesto essenziale: due poltrone, Silvia e l’ospite, con immagini e filmati ad accompagnare la narrazione.

Questa formula, elegante e priva di fronzoli, incontra il favore del pubblico che, nell’ultima stagione, ha seguito settimanalmente il programma, con una media di oltre 2.600.000  spettatori (share del 19.2%).

Oltre alla versione televisiva, Verissimo è diventato anche un fenomeno social: la pagina Instagram del programma ha superato 1.500.000 di followers e su Twitter l’hashtag #verissimo è sempre fra i primi in tendenza.

Se si chiede alla Toffanin perché, alla luce di questo successo consolidato, abbia accettato di andare in onda anche la domenica pomeriggio, lei dice: «In questi anni ho sempre continuato a fare solo Verissimo, perché da un lato la mia priorità è la famiglia e dall’altro Verissimo è il programma che più mi rappresenta.

Quando mi è stato chiesto di raddoppiare con un appuntamento domenicale, dopo una lunga riflessione ho deciso di accettare perché far conoscere il talk show anche al pubblico della domenica è indubbiamente una sfida difficile, ma, allo stesso tempo, è molto stimolante».

Silvia, quindi, andrà in onda anche la domenica con il suo Verissimo, in un pomeriggio all’insegna delle emozioni. La domenica c’è un pubblico diverso e anche la scelta degli ospiti si adatterà a questa nuova collocazione, ma senza tradire la sua natura, continuando a raccontare storie di vita.

La scorsa stagione Verissimo ha realizzato una serie di esclusive riprese da tutti i media, nonostante sia stato un anno difficilissimo per Silvia, sia per le restrizioni imposte dal Covid sia perché a ottobre ha perso la sua amata mamma, Gemma.

Malgrado questo dolore ha voluto esserci sempre, facendo commuovere tutti in trasmissione con queste parole: «Ho scelto di essere qui oggi perché la mia mamma avrebbe voluto così. Lei non si perdeva mai una puntata di Verissimo e spero che, ovunque sia, lei mi stia guardando».

Silvia non ha saltato una puntata, ha continuato a parlare di storie personali, toccanti, che andavano a scavare anche nella sua perdita, ma lasciando sempre e solo spazio al racconto degli altri.

Tra queste ricordiamo la lunga intervista a Lapo Elkann, che ha parlato di dipendenze e fragilità, e alla sorella Ginevra Elkann, per la prima volta in tv; quello con Rula Jebreal, e poi l’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic, che ha raccontato della malattia che lo ha colpito due anni fa, gli incontri speciali con Celentano e Fiorello.

E poi, per la prima volta nella sua storia, Verissimo ha ospitato tre personaggi politici che hanno mostrato un loro lato privato e inedito: Maria Elena Boschi, che ha parlato dell’amore per Giulio Berruti, Giorgia Meloni e Rocco Casalino.

Nel corso degli anni non sono mancate la star internazionali: Madonna, Cher, i Take That, Robert De Niro, Sharon Stone, Renée Zellweger, Ron Howard, Tom Hanks, Shakira, Robbie Williams, Monica Bellucci, Carla Bruni.

A parte Michelle Obama, potendo fantasticare, chi vorrebbe avere ospite nel suo programma Silvia Toffanin? «Tutti gli ospiti sono preziosi se hanno la generosità di aprirsi. Se, però, dobbiamo sognare allora di sicuro punterei su due coppie che stanno facendo molto parlare di sé: Jennifer Lopez con Ben Affleck e Meghan Markle con Harry».

E proprio così, al di là del personaggio prestigioso, il filo conduttore sono sempre le storie e l’empatia che Silvia sa creare con l’ospite. In questi anni la conduttrice è cresciuta, è diventata mamma di Lorenzo Mattia e Sofia Valentina, ha affrontato tutte le gioie e le sfide che la vita pone di fronte a ciascuno di noi.

Ha sempre mantenuto la giusta distanza, ha fatto suoi i tempi televisivi e i tempi della vita. “C’è un tempo perfetto per fare silenzio, guardare il passaggio del sole d’estate e saper raccontare ai nostri bambini quando è l’ora muta delle fate”, cantava Ivano Fossati.

Adesso per Verissimo è il tempo di dilatare i propri tempi, di andare in onda due giorni di seguito con storie sempre diverse, con abiti differenti, sempre con uno stile unico. E la stessa curiosità, la voglia di raccontare, ascoltare, di cogliere un’espressione che dice tutto. Di vedere le persone dietro i personaggi in tutta la loro umanità, di osservare il mondo da un nuovo punto di vista.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *