“Aiuto, salvateli”, le disperate urla della mamma del piccolo Fabio, morto annegato col papà a Fano

17

È stato un giorno terribile”, ha detto uno dei bagnini, ricordando le urla della donna quando si è resa conto che i suoi bambini erano annegati, “abbiamo salvato un bambino, ma non siamo riusciti a salvare il più piccolo”.
I soccorritori sono stati allertati ieri vicino alla zona di Gimarra, a Fano, dopo aver sentito le grida di Davide Zandri, 44 anni, e di suo figlio Fabio, di 8 anni, annegati mentre nuotavano con i loro figli.

Purtroppo, le grida disperate del marito e dei figli, evidentemente in difficoltà, non hanno impedito la terribile tragedia. Poiché stavano trascorrendo una giornata di relax sulla piccola spiaggia libera, il padre e i suoi due figli hanno deciso di tuffarsi nell’acqua agitata. Forse pensavano di riuscire a gestire le onde, ma ben presto si sono trovati in difficoltà.

La situazione disastrosa della famiglia era evidente, ma non ha impedito che si verificasse una terribile tragedia. I tre sono stati trascinati verso la barriera frangiflutti da un’onda di risacca molto forte. La donna è corsa immediatamente al Lido delle Balene, gridando ai bagnini di aiutarli. Quando ha visto la sua famiglia in difficoltà, ha gridato: “Salvateli! Salvateli!”. Poi ha notato il marito in difficoltà e ha gridato aiuto. I soccorritori hanno immediatamente iniziato il loro tentativo di salvataggio, ma non sono riusciti a salvare l’uomo e il figlio di otto anni a causa del mare grosso e delle onde.

“Abbiamo salvato un bimbo, ma non abbiamo potuto fare nulla per il fratellino più piccolo e per il padre. Morti entrambi. Una giornata terribile. Vorrei solo dimenticarla. Ma chissà se ci riuscirò” è l’amaro commento di uno dei bagnini che ha vissuto in prima persona la tragedia

“A un tratto ho sentito una donna che urlava disperata: ‘Ci sono tre persone in difficoltà!. L’ho raggiunta di corsa e lei con la mano mi ha indicato la scogliera frangiflutti di fronte alla riva” ha ricostruito Enzo Maggi al Corriere della Sera, rivelando: “Continuava a gridare: ‘Là, i miei bimbi! Mio marito”.

Salvatore Bellocchi, residente a Mondavio, che lavorava alla Profilglass di Fano, è stato trovato morto subito dopo l’incidente. Il figlio di 8 anni, invece, è stato ritrovato solo ore dopo vicino a una scogliera, grazie ai vigili del fuoco e alla Guardia Costiera. È stato trasportato in ospedale dove è stato rianimato e curato. Tuttavia, non è in condizioni critiche.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.