Hai capito chi è Amii Stewart? Età, biografia, marito e figli


Amii Stewart è diventata famosa per le sue notevoli doti canore e si è esibita sui palcoscenici di tutto il mondo! Questo articolo fornisce tutte le informazioni necessarie su questa cantante.

Questo articolo fornisce dettagli sulle incredibili capacità musicali di Amii Stewart. Qui si può conoscere la vita personale della cantante che ha calcato i palcoscenici di tutto il mondo e che risiede in Italia dove lavora alla maggior parte delle sue creazioni.

Amii Stewart: biografia e carriera della cantante

Il 29 gennaio 1956 nasce a Washington Amy Paulette Stewart, nota anche come Amii Stewart. Dopo l’introduzione nella scena della disco music, si fa conoscere negli Stati Uniti. Negli anni ’80 si trasferisce in Italia ed è nota soprattutto per le sue collaborazioni con molti musicisti italiani, come Eros Ramazzotti e Gianni Morandi.

Amii ha riscosso un notevole successo negli Stati Uniti con le sue versioni disco di Knock on Wood e Light my Fire (la prima è stata colonna sonora di diversi film). Un suo importante contributo è stato il singolo Friends, realizzato in collaborazione con Mike Francis, che ha raggiunto le vette delle classifiche musicali di tutto il mondo.

La vocalist italiana ha legato con una selezione di musicisti, alcuni più importanti di altri, e sono stati più volte in TV insieme.

Nel 1993 è stata selezionata tra un gruppo di personalità di spicco per apparire di fronte a Papa Giovanni Paolo II a Città del Vaticano, e l’anno successivo è stata l’unica persona invitata a fare lo stesso. Nel 2013 ha collaborato con il disc jockey Gabry Ponte per realizzare la canzone “Sunshine Girl”.

Amii Stewart: vita privata

Il 27 luglio 1994, la vocalist ha sposato il promoter italiano Pietro Cappa. Dal 1999 vive tra Roma e Londra, ma è particolarmente legata alla Sardegna, dove si è stabilita con il coniuge. Quando non ci sono altri impegni di lavoro imprevisti, è possibile trovare le esibizioni musicali della cantante sull’isola durante l’estate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *