Mattias Poggi, morto a 6 anni in una piscina in Sardegna: aveva maschera e boccaglio. «Forse un malore»

41

I genitori del bambino erano in vacanza con lui in Sardegna quando è annegato in una piscina. Mattias Poggi, che avrebbe compiuto sei anni tra pochi giorni, è stato visto senza vita nell’acqua dopo aver smesso di muoversi. L’equipaggio di un elicottero ha tentato di rianimarlo per circa un’ora, ma non è stato possibile salvarlo. Erano in vacanza sull’isola Cassia, nel nord di Roma. Un bambino che amava nuotare in piscina è stato strappato per sempre alla loro famiglia quando hanno scoperto che era annegato.

Un annegamento di un bambino in Sardegna ha provocato la morte di un giovane questo fine settimana, secondo quanto riferito da Alessandro D’Auria, comandante della compagnia dei Carabinieri di Jerzu. Quando il comandante D’Auria ha riferito per la prima volta dell’incidente, ha pensato che il giovane stesse nuotando con boccaglio e maschera. La piscina del resort Cala Luas di Cardedu, in Ogliastra, sabato sera era gremita di persone, tra cui molti bambini. I Carabinieri stanno ancora indagando sull’accaduto, ma i genitori erano ovviamente a bordo piscina. Non si sa chi abbia dato per primo l’allarme.

Mentre i soccorsi del 118 stavano arrivando, i dipendenti del resort e altri turisti hanno tentato di salvare il bambino. Sul posto è arrivata l’Areus, l’Azienda Regionale Emergenza e Urgenza della Sardegna. È stata allertata la base aerea di Olbia e un funzionario militare ha dichiarato che questa è una pratica normale nella zona a causa del terreno difficile. L’elicottero ha sganciato due rianimatori e ha tentato di salvare la vita del bambino per quasi un’ora. Purtroppo, non hanno potuto fare nulla per Mattias. È stato dichiarato ufficialmente morto.

I genitori sono ancora increduli, non riescono a capacitarsi di come la vita di un bambino possa essere strappata durante una vacanza in Sardegna. Tutti i Carabinieri del comando di Jerzu hanno raccolto le prime testimonianze per capire le circostanze precise della tragedia che ha ucciso una famiglia romana in vacanza in Sardegna. I militari sospettano un malore o che il bambino abbia ingerito dell’acqua e sia caduto in stato di incoscienza. Molte teorie devono ancora essere vagliate. Ogni possibilità deve essere presa in considerazione.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.