Omicidio Catania, Valentina Giunta uccisa a coltellate su collo e schiena: sospetti su un minorenne

86

La morte di Valentina Giunta, 32enne madre di due figli minorenni, è stata dichiarata un omicidio. La polizia ha scoperto il corpo di Giunta nella sua casa di Catania martedì sera: La giovane donna è stata trovata all’interno della sua abitazione nel quartiere San Cristoforo, nella storica zona del Castello Ursino.

Secondo le informazioni trapelate, la donna di 32 anni è stata accoltellata in varie parti del corpo, al collo e soprattutto alla schiena. Gli investigatori hanno aperto un caso di omicidio: sembra che ci siano prove sufficienti per accusare un giovane di omicidio.

La polizia ha trovato il corpo di Valentina Giunta sul pavimento della sua camera da letto. Era stata accoltellata a morte. Nessuno dei 118 medici intervenuti sul posto è riuscito a salvarle la vita. Ora si cerca l’assassino: gli investigatori sospettano che il delitto possa essere maturato all’interno della famiglia.

L’ex compagno della vittima, che in passato era stato denunciato per maltrattamenti dalla donna e che si trova in carcere in Sicilia, è stato a lungo considerato un sospettato dell’omicidio. Le indagini della Squadra Mobile della Questura, coordinato dalla Procura di Catania, si sono concentrati su altri possibili sospettati, tra cui un adolescente. Nel frattempo, sui social media sono stati lasciati molti messaggi per la giovane madre uccisa a colpi di coltello. Un messaggio recita: “A te che con i tuoi grandi problemi hai pensato di darmi sostegno e sei venuta ieri a darmi forza, spero che ora tu abbia trovato pace”.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.