Per punizione fa indossare a un alunno delle orecchie d’asino: a processo una maestra

27

Una maestra elementare di Pavia è stata rinviata a giudizio la scorsa settimana a causa di ciò che avrebbe fatto a un bambino. È accusata di aver usato metodi di correzione in modo inappropriato. L’episodio risale al 2020, quando fu denunciata dallo stesso istituto in cui lavorava. Avrebbe fatto indossare a un bambino delle orecchie da asino.

Una collega insegnante ha avvertito le autorità dopo aver notato uno studente che indossava orecchie da asino durante una lezione. La donna si rivolgeva spesso agli studenti chiamandoli “bestie” o “imbecilli”, termini che un altro bambino era stato invitato a scrivere.

I giovani alunni sono stati certamente molestati e le molestie hanno probabilmente causato un trauma.In un’altra occasione avrebbe posato sul capo di un altro alunno una corona di carta con su scritto “Il re degli asini”. Per il momento sono questi gli episodi emersi nelle ultime ore: potrebbero però essercene molti di più.

Nonostante l’autorità giudiziaria abbia ricevuto una denuncia, non è stato avviato un procedimento disciplinare per bloccare l’attività della donna, che continua a insegnare e sta per andare in pensione. Secondo i giornali locali di Pavia, il suo avvocato sostiene che la donna è innocente e il processo lo dimostrerà.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.