Non tutti sanno chi è il maggiore Johnny Thompson scudiero di re Carlo III che ha fatto impazzire il web

Il maggiore Johnny Thompson è al comando del Reggimento Reale di Scozia per gli onori militari al Castello di Balmoral. È responsabile dell’organizzazione dei ricevimenti della Regina Elisabetta e dell’esecuzione degli onori militari con precisione e professionalità.

Quando il nuovo re Carlo III partecipò a una riunione, molti notarono la sua presenza silenziosa dietro gli oratori principali. Pur essendo sempre riservato, riuscì a rubare la scena con la sua eloquenza e la sua grazia innata.

Per molti anni, compreso quest’ultimo, Johnny Thompson si è occupato di domande di protocollo legato alla Regina Elisabetta II. Ora, però, è diventato “scudiero” del nuovo re Carlo III. Con il suo fisico statuario, il suo viso perfetto ei suoi occhi scintillanti si è ottenuto un vero e proprio fan club dei maggiori, non solo in Gran Bretagna ma anche all’estero.

Dopo la morte del Maggiore Thompson, molti soggetti hanno commentato sui social media: “Questi giorni sono molto tristi, ma vedere il Maggiore Thompson li ha resi cento volte migliori per noi”.

Thompson è nato in Inghilterra, per la precisione a nord di Newcastle upon Tyne. Mentre la sua recente popolarità ha portato alcuni a cercare vecchie foto della Regina in visita al Castello di Balmoral con il Principe Filippo, altri hanno cercato vecchie foto di Thompson che riceveva gli onori a Balmoral.

Thompson, 39 anni, dirigente di marketing e appassionato di rugby, è nato a Londra e ora vive nel Surrey con la moglie Caroline. Nel 2010 ha sposato la 44enne direttrice di un’azienda di marketing che condivide con lui l’amore per le escursioni ei cani. La coppia ha un figlio di 4 anni e due Labrador neri di nome Odin e Piper.

È stato di qua e di là negli ultimi giorni, comparendo in quasi tutti gli atti successivi che sono stati fatti prima per la morte della regina Elisabetta II e, per ora, con tutto ciò che ha avuto a che fare con la nomina di Carlo III dall’Inghilterra . Pochi sapevano chi fosse finché non appariva sempre davanti alle telecamere, magari in secondo piano: il suo non è il protagonista. Ma le vie dei social sono indecifrabili e non appena la sua immagine ha cominciato a ripetersi c’è stato già un nuovo rubacuori nella famiglia reale britannica .

Perché, ed è questo il motivo di questo dispiegamento di mezzi, non si tratta solo dello sposo del re Carlo III, ma anche di uno sposo molto attraente. La nuova febbre per quest’uomo, nato a Morpeth, nel Northumberland (contrariamente a quanto si pensa di lui, non è scozzese, sebbene sia nato in una contea che confina con quel paese), è iniziata con il già Primo Ministro del Regno Unito, Liz Truss , incontro privato con il neo monarca venerdì 9 settembre.

Colui che accompagnò il leader del partito Tory all’udienza con il sovrano fu il maggiore Jonathan, che in quel momento indossava anche la sua uniforme. Vale a dire, il costume tradizionale che ha suscitato qualche altra fantasia ( o che si può dedurre dal numero di emoticon e meme con cui molti utenti rispondono a ogni fotografia che ne viene caricata).

Dopo quell’udienza, la sua immagine ha avuto un grande impatto durante la proclamazione di Carlos III. Il nuovo monarca non ha forse chiesto a qualcuno di togliere un calamaio che lo infastidiva ? È stato proprio il suo sposo ad allungare il braccio, in un gesto visto come dispregiativo dai social network, poiché le sue funzioni sono soprattutto di protocollo e di immagine, oltre che quelle responsabili della pianificazione e dell’esecuzione dell’agenda reale. 

Ma la carriera del maggiore Jonathan Thompson non è affatto nuova. In effetti, era una delle guardie del corpo di più alto rango della defunta regina Elisabetta II ed è stato visto con lei in molti degli eventi in cui la nonna del principe William e il principe Harry hanno recitato prima che la pandemia di coronavirus cessasse per completare l’attività del mondo.

Alcune delle fotografie in cui compare questo ufficiale del 5° Battaglione del Royal Regiment of Scotland con la regina sono del 2018 e già allora i suoi fidati lo chiamavano Johnny, cosa che si è diffusa tra gli internauti, anche se c’è chi lo ha anche battezzato lui sulle reti nei panni del Major Eye Candy, interpretando che è un regalo per gli occhi.

Era stato anche visto al servizio del Ringraziamento tenutosi nella Cattedrale di St. Paul durante le commemorazioni del Giubileo di platino di Elisabetta II a giugno. In tale commemorazione dei 70 anni di regno, ha attirato molta attenzione poiché tutte le telecamere si sono concentrate proprio sulle due persone che erano sedute proprio di fronte a lui: il principe Harry e Meghan Markle, che stavano tornando nel Regno Unito.

Indossa sempre lo stesso vestito quando compare, che è composto da uno spesso kilt scozzese  e da una cintura da cui pende uno sporran , una sorta di borsa o borsetta in pelle, molto comune nel suo paese di origine. Questo, a cui vanno aggiunti i suoi stivali bianchi con i calzini spessi, il cappello e ovviamente la divisa, lo ha fatto sentire a volte soffocato dal caldo, come accadde nel viaggio che fece a maggio con l’allora principe Carlo dal Galles e Camila in Canada.

Naturalmente, tutti i commenti e gli elogi che ricevi sulle reti non hanno molto futuro. Come ha appreso MailOnline , il bel gentiluomo di 39 anni e appassionato di rugby ed escursionismo è felicemente sposato da quasi 13 anni con un dirigente marketing di nome Caroline, che ha 44 anni. Si sono sposati nel 2010 e da allora vivono insieme nel Surrey, vicino a Londra.

Da allora hanno avuto un figlio, che ora ha 4 anni, e due Labrador neri di nome Odino e Piper, che secondo il suddetto mezzo è un cenno al suo tempo nell’esercito scozzese, a cui si è unito nel 2006 dopo aver terminato gli studi presso la Aberystwyth University, laureandosi nel 2004 in Economia e politica internazionale. Da parte sua, a sua moglie piace andare in palestra ed è una straordinaria amazzone, con 30 anni di esperienza nell’equitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.