La polemica sul libro presentato prima dei funerali della nonna di Giulia Cecchettin



Nelle ultime settimane, i social media sono stati teatro di una polemica controversa che coinvolge Carla Gatto, la nonna di Giulia Cecchettin, la giovane tragicamente uccisa dal suo ex fidanzato. La signora Gatto è stata oggetto di pesanti attacchi online per aver deciso di presentare un libro da lei scritto in precedenza e per una sua intervista durante lo stesso evento.



La Polemica sui Social

L’odio sui social si è scatenato contro la nonna di Giulia, con migliaia di messaggi che condannano la sua decisione di presentare un libro mentre la famiglia era ancora in lutto per la perdita della giovane. Le critiche hanno domandato come fosse possibile che la presentazione di un libro avvenisse mentre veniva eseguita l’autopsia della nipote brutalmente uccisa.

Le reazioni online sono state accese, ma c’è chi ha difeso la famiglia, sottolineando che ognuno gestisce il lutto a modo proprio e che criticare la loro reazione è ingiusto.

Un Evento Programmato in Precedenza

È importante notare che l’evento riguardante il libro della signora Gatto era stato pianificato in anticipo, in occasione della giornata contro la violenza sulle donne. Carla Gatto è stata da sempre un’attivista contro la violenza di genere, e il suo libro affronta tematiche legate alla fuga da una famiglia oppressiva e al raggiungimento della libertà.

La stessa signora Gatto ha spiegato che il libro è stato scritto durante il periodo del lockdown dovuto alla pandemia di COVID-19, permettendole di esprimere il suo potenziale creativo. Nel corso di un’intervista, ha condiviso dettagli sulla sua relazione con Giulia e su quanto fosse orgogliosa dei suoi successi accademici e delle sue passioni.

Nonostante le polemiche, è importante considerare il contesto in cui si è svolto l’evento e il messaggio contro la violenza sulle donne che la signora Gatto ha sempre sostenuto. La tragica morte di Giulia Cecchettin è diventata un simbolo di questa lotta, e il sostegno alla famiglia in questo momento difficile è essenziale.



Lascia un commento