Roberto Benigni e la moglie Nicoletta Braschi non hanno avuto figli


Roberto Benigni e la moglie Nicoletta Braschi non hanno mai avuto figli, ma c’è un motivo molto serio dietro a questa scelta. Roberto Benigni è uno dei più grandi artisti del nostro tempo, riconosciuto e stimato non solo in Italia, ma anche a livello internazionale. La sua creatività è senza confini, ha un intelletto invidiabile e, senza dubbio, una delle menti più brillanti del nostro Paese. Una delle sue più grandi passioni è Dante Alighieri, di cui ha reso famose le sue interpretazioni della Divina Commedia.

Tuttavia, Dante non è al primo posto nel cuore di Roberto. Lui e Nicoletta Braschi rappresentano l’amore vero, duraturo: durante la premiazione al Festival del Cinema di Venezia del 2021, dove Benigni ha ricevuto il Leone d’Oro alla carriera, ha fatto un discorso commovente e una vera dedica d’amore alla sua compagna di una vita. Ha detto: “Voglio dedicare qualche momento del mio discorso alla mia attrice prediletta: Nicoletta Braschi. A lei non posso nemmeno dedicare questo premio, perché il premio è suo. Abbiamo fatto tutto insieme per quarant’anni ininterrotti di lavoro. Io conosco una sola maniera di misurare il tempo: con te e senza te”. Ha poi aggiunto: “Ma ci possiamo dividere il premio: io prenderei la coda mentre le ali sono tue, perché se qualche volta nel lavoro che ho fatto qualcosa ha preso il volo è grazie a te, al tuo talento e al tuo mistero”.

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi sono un vero simbolo del cinema italiano. Compagni nella vita e sul lavoro, si sono sempre mostrati innamorati l’uno dell’altro fin dall’inizio della loro carriera. Hanno realizzato molti film insieme, alcuni dei quali sono passati alla storia, come “La vita è bella” (1997), vincitore di tre premi Oscar. La loro storia d’amore è lunga quanto un film, essendo sposati dal 1991. Tuttavia, la coppia non ha mai avuto figli, e la spiegazione è molto profonda.

Nicoletta Braschi ha deciso di condividere una parte importante e molto personale della loro vita, che potrebbe essere di esempio per molte famiglie spesso sottoposte alla pressione di dover avere figli. Ha spiegato che ciò che la società cerca di inculcare sin da piccoli è che avere figli sia il momento più bello della vita di una coppia, soprattutto di una donna, e che possa cambiare profondamente la tua vita. Ma per Roberto e Nicoletta, questo non è stato il caso.

E’ vero che avere figli è il desiderio di molte persone, ma bisogna sempre essere sensibili alle coppie che cercano per anni di avere figli senza riuscirci, un dolore profondo, ancora più sentito a causa della pressione esterna che vede nella coppia senza figli qualcosa che non va. E’ importante ricordarsi che di fronte a noi ci sono esseri umani spesso sensibili, con una storia personale magari dolorosa e che non conosciamo, quindi sarebbe sempre preferibile non invadere la loro sfera privata a meno che non siano loro a volerne parlare. In questo caso, Nicoletta Braschi ha deciso di parlare della scelta di non avere figli, nonostante un matrimonio stabile, possibilità economiche che avrebbero potuto garantire sicurezza e mezzi per crescere dei figli. Ha detto di non essere fatta per fare la madre e di non sentire l’istinto materno. Questo è un segnale che dimostra come scegliere di non avere figli non sia uno stigma, ma una decisione responsabile da rispettare e di cui non bisogna vergognarsi o sentirsi in difetto di fronte a una società che vuole raccontarci un’altra storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *