Un tragico evento sconvolge una famiglia: un uomo uccide la moglie e confessa il suo desiderio di morire



Nella tranquilla comunità di Mattarana, in provincia di La Spezia, si è consumato un dramma che ha sconvolto la cittadina. Rossella Cominotti, una donna di 53 anni, è stata trovata senza vita nella sua abitazione. La notizia ha scosso la comunità, ma ciò che ha reso questa vicenda ancora più scioccante è la confessione del marito, Alfredo Zenucchi, che ha gettato luce su un piano oscuro e agghiacciante.



L’agghiacciante confessione di Alfredo Zenucchi

Alfredo Zenucchi, 57 anni, marito della vittima, è stato immediatamente sottoposto a interrogatorio dalle autorità. Ciò che ha dichiarato ha mandato brividi lungo la schiena di chiunque l’abbia ascoltato. “Volevamo farla finita. Prima dovevo uccidere lei, poi mi sarei tolto la vita io. Ma alla fine non ce l’ho fatta”, ha detto Zenucchi agli inquirenti.

L’arma del delitto è stata un rasoio, ritrovato dai carabinieri sul luogo del tragico evento. La crudeltà dell’atto è difficile da immaginare, e il motivo dietro a questo ennesimo femminicidio rimane ancora oscuro.

Il sospetto silenzio dei vicini

Secondo quanto riportato dai vicini di casa, la coppia era nota per la sua riservatezza e la mancanza di contatti con il vicinato. Nonostante vivessero in un complesso residenziale dove le abitazioni sono adiacenti, i due coniugi si facevano vedere raramente.

“Il marito non lo abbiamo praticamente mai visto, e abbiamo avuto solo tre brevi interazioni con la moglie”, ha dichiarato un vicino. Questo è particolarmente sorprendente dato che entrambi lavoravano come edicolanti, un lavoro che li avrebbe messi in contatto costante con la gente.

Nonostante il loro silenzio, i vicini sostengono di non aver mai sentito urlare o assistito a litigi particolari nella coppia. Tuttavia, da mesi, la loro casa sembrava essere stata abbandonata. L’erba del giardino era cresciuta in modo incontrollato, il che ha portato alcuni a sospettare problemi economici.

La tragica storia di Rossella Cominotti e Alfredo Zenucchi getta luce su un oscuro angolo dell’animo umano, dove la disperazione e l’orrore si intrecciano in un dramma familiare che ha scosso una comunità intera. Mentre le indagini continuano per svelare il movente di questo terribile crimine, il destino di Alfredo Zenucchi si prospetta inquietante, con l’accusa di omicidio e il peso di una confessione agghiacciante sulle sue spalle.



Lascia un commento