Andrea Leonarduzzi ha perso la vita a 39 anni, fermato da un’emorragia cerebrale dopo il pranzo con gli amici



La comunità di San Vito al Tagliamento è in lutto per la prematura scomparsa di Andrea Leonarduzzi, conosciuto da tutti come “il Leo”, morto a soli 39 anni.



Per tutti era “il Leo”. Niente nome, niente cognome. Il Leo e basta

Andrea Leonarduzzi, noto a tutti semplicemente come “il Leo”, non c’è più. È morto a 39 anni, lasciando un vuoto incolmabile. Il 25 maggio scorso, durante un pranzo con amici a San Vito al Tagliamento, ha avuto un malore improvviso. La diagnosi è stata immediata e terribile: emorragia cerebrale. Da quel momento, le sue condizioni sono rimaste critiche. Dopo quasi un mese in coma, venerdì il suo cuore ha cessato di battere, lasciando amici e familiari nel dolore. Leonarduzzi, dipendente della Sangiacomo di Cecchini di Pasiano, era anche un bassista per passione.

IL DRAMMA

Il 25 maggio, durante un pranzo con amici, la vita di Andrea Leonarduzzi è cambiata per sempre. Apparentemente in buona salute, stava ridendo e scherzando quando è stato colpito da un improvviso malore. I suoi amici, presenti al pranzo, hanno chiamato immediatamente i soccorsi. Trasferito d’urgenza all’ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, uno dei migliori centri di neurochirurgia del Paese, Leonarduzzi è entrato in coma. Nonostante la speranza mantenuta viva dai familiari e dagli amici, le sue condizioni erano gravissime. Settimane di angoscia hanno seguito quel tragico giorno, fino a quando complicazioni cliniche, inclusa una febbre alta, hanno peggiorato il suo stato. Venerdì scorso, il cuore del Leo ha smesso di battere, segnando la fine di un’agonia durata quasi un mese.

IL PROFILO

Andrea Leonarduzzi è stato sempre un punto di riferimento a San Vito al Tagliamento. Cresciuto in via del Progresso, ha trascorso la sua vita nella stessa città, condividendo momenti indimenticabili con tanti amici. Fin da giovane, ha coltivato una grande passione per i motori. Nei primi anni Duemila, era impossibile non notarlo sfrecciare in sella al suo scooter con l’ultima marmitta sul mercato. Il Leo era conosciuto anche per la sua passione per la musica, suonando il basso in vari gruppi musicali locali. Negli ultimi anni, aveva messo da parte il suo strumento, dedicandosi al lavoro nel settore del mobile presso la ditta Sangiacomo di Cecchini di Pasiano. I suoi colleghi ora si uniscono al dolore della famiglia.

IL DOLORE

La notizia della morte di Andrea Leonarduzzi si è diffusa rapidamente, lasciando sgomenta l’intera comunità di San Vito e oltre. “Il nostro amico Leo ci ha lasciati”, si legge in un messaggio toccante pubblicato su Facebook dal gruppo Cral. “Tutta la comunità è sgomenta, il dolore ci impedisce di formulare pensieri complessi: siamo cresciuti con lui, abbiamo riso, suonato insieme e condiviso tante birre. Ci prendiamo qualche giorno di pausa per stare vicini alla famiglia. Ciao Leo, ci mancherai come manca un amico, un fratello, un compagno di viaggio”.

L’ultimo saluto a Andrea Leonarduzzi sarà oggi alle 17.30 nella Casa Funeraria Eredi Querin, in via Savorgnano 26/4, a San Vito al Tagliamento. La salma verrà cremata, ma il ricordo del Leo rimarrà vivo nel cuore di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *