Chi è Andrea Piscina, lo presentatore di RTL 102.5 arrestato per adescamento di minori su internet



Un grave caso di abuso sessuale su minori ha scosso l’opinione pubblica italiana, coinvolgendo un noto speaker radiofonico. Andrea Piscina, venticinquenne speaker della trasmissione “I Nottambuli” su RTL 102.5, è stato arrestato giovedì con l’accusa di produzione di materiale pedopornografico e violenza sessuale. Le accuse si basano su prove trovate nel suo telefono, inclusi chat, foto e video recuperati dagli investigatori nonostante fossero stati cancellati.



Il modus operandi di Piscina è stato rivelato dalle conversazioni ritrovate nel suo telefono, mostrando una strategia di adescamento ripetitiva. La frase di approccio usata per entrare in contatto con le vittime era sempre la stessa: «Sto andando in doccia, cerco uno per sbloccare la cam e mostrarmi nuda, se vi va top, se no cerco un altro. Sorry se vado dritta». Un metodo inquietante e preoccupante che ha messo in evidenza la pericolosità delle azioni compiute da Piscina.

Oltre al suo ruolo di speaker radiofonico, Piscina è anche un social media manager e autore. È il fratello di un politico leghista eletto nel consiglio comunale di Milano nel 2021, che è stato dichiarato estraneo ai fatti. Le indagini hanno rivelato che Piscina era già stato perquisito nelle scorse settimane dal Nucleo specializzato della Polizia locale. Nonostante avesse tentato di cancellare le prove incriminanti, gli investigatori sono riusciti a recuperare oltre mille immagini e chat di contenuto pedopornografico dai suoi dispositivi.

Il caso ha gettato un’ombra oscura sulla vita di Piscina al di fuori delle chat, dato che allenava bambini in un oratorio. Le indagini si stanno ora concentrando anche su questo aspetto, cercando di comprendere l’entità delle sue azioni e l’impatto che hanno avuto sulle vittime.

L’arresto di Andrea Piscina ha suscitato sgomento e preoccupazione nell’opinione pubblica, portando alla luce un grave problema legato all’abuso sessuale su minori online. Si rende necessario un maggiore controllo e monitoraggio delle attività online, al fine di proteggere i più vulnerabili da individui come Piscina.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *