Chi è Rita Calabrò moglie di Michele Guardì: età, figli, lavoro, storia e vita privata



Scopriamo la vita di Rita Calabrò, compagna di Michele Guardì, tra amore eterno, vita familiare riservata e un legame indissolubile che dura da decenni.



La Storia Inedita di Rita Calabrò: Tra Amore e Discrezione

Nata a Genova e celebrando i suoi 70 anni, Rita Calabrò si distingue per una vita vissuta con discrezione, al riparo dai flash della notorietà. Nonostante il marito, Michele Guardì, sia una delle figure più influenti della televisione italiana, Rita ha preferito un’esistenza lontana dall’occhio pubblico. La loro relazione inizia nel 1974, su un treno diretto ad Agrigento, e da allora non si sono più lasciati, costruendo una vita insieme che dura da quasi mezzo secolo.

Rita Calabrò: Una Vita Dedicata alla Famiglia

Informazioni sulla professione di Rita Calabrò sono avvolte nel mistero, con pochi dettagli che filtrano sulla sua attività lavorativa. Ciò che emerge con chiarezza, tuttavia, è il suo ruolo di pilastro familiare, concentrata sulla cura della casa e della famiglia. La scelta di vivere lontano dai riflettori ha permesso a Rita di dedicarsi completamente al benessere dei suoi cari, contribuendo a un ambiente familiare sereno e amorevole.

Figli e Segreti di una Vita Privata Protetta

Il matrimonio tra Rita Calabrò e Michele Guardì ha portato alla nascita di Alessandro Guardì, talentuoso scrittore che si cela dietro lo pseudonimo di Alessandro Salas. Laureatosi in Psicologia, Alessandro ha scelto di percorrere vie professionali diverse da quelle dei suoi genitori, trovando nella scrittura la sua vera passione. Nonostante la notorietà del padre, la famiglia ha sempre scelto di mantenere un profilo basso, proteggendo la privacy di ogni membro, inclusi i nipoti Tommaso e Maria Sole. Michele non ha mai mancato di esprimere la sua ammirazione per Rita, descrivendola come l’angelo custode che ha saputo guidarlo e educarlo nel corso degli anni. Attraverso il suo account Instagram, Rita offre rare ma preziose finestre sulla sua vita quotidiana, rivelando l’amore per gli animali, la natura e i momenti condivisi con la famiglia. La loro storia, segnata da affetto e complicità, rimane un simbolo di amore duraturo.



Lascia un commento