Ferisce gravemente la moglie con un coltello e successivamente tenta di uccidersi: coppia in gravi condizioni



In una drammatica escalation di violenza domestica al confine tra Latina e Sermoneta, un uomo di 80 anni ha tentato di uccidere sua moglie accoltellandola ripetutamente, prima di rivolgere l’arma contro se stesso in un disperato tentativo di suicidio. Durante un acceso litigio avvenuto nella loro abitazione, l’anziano ha estratto un coltello, ferendo gravemente la consorte con almeno sei colpi al torace e alla testa. Le ferite sulle mani della donna indicano chiaramente tentativi disperati di difendersi dall’attacco.



Dopo l’aggressione, l’uomo, credendo di aver ucciso la moglie, ha tentato di togliersi la vita impugnando lo stesso coltello per ferirsi ai polsi e in altre parti del corpo. Fortunatamente, nonostante la gravità delle loro condizioni, entrambi gli anziani sono sopravvissuti all’incidente. Sono stati prontamente soccorsi e stabilizzati sul posto prima di essere trasferiti d’urgenza in due diversi ospedali a Roma, dove attualmente sono ricoverati in condizioni critiche.

Le forze dell’ordine, inclusi i carabinieri del comando di Sermoneta e del reparto radiomobile di Aprilia, guidati dal tenente colonnello Paolo Guida, sono intervenuti rapidamente sul luogo del dramma. L’ottantenne è ora sotto custodia in stato di arresto, mentre gli inquirenti stanno cercando di ricostruire la dinamica e le cause precise che hanno portato a questo tragico episodio.



Lascia un commento