Il surfista e attore di Pirati dei Caraibi, Tamayo Perry, è stato trovato morto in spiaggia dopo essere stato attaccato da uno squalo. Il suo corpo è stato ritrovato mutilato



Il celebre surfista è stato trovato mutilato sulla spiaggia di Goat Island, a largo di Oahu, Hawaii, suscitando dolore e sgomento nella comunità sportiva.



Tamayo Perry, un’icona del surf conosciuta in tutto il mondo, è morto tragicamente all’età di 49 anni a seguito di un attacco di squalo. L’incidente si è verificato domenica 23 giugno a Goat Island, un’isola al largo di Oahu, Hawaii. Secondo le informazioni riportate dalla stampa locale, il corpo di Perry è stato ritrovato sulla spiaggia, mutilato di una gamba e di un braccio.

Il famoso surfista, noto anche per il suo ruolo nel film “Pirati dei Caraibi: Oltre i confini del mare”, stava cavalcando le onde vicino a Laie, Hawaii, quando è avvenuta la tragedia. I servizi medici di emergenza di Honolulu hanno dichiarato che Perry è stato trovato morto intorno alle 13 di domenica.

Tamayo è stato riportato a riva dai bagnini con l’ausilio di moto d’acqua. Le squadre di emergenza ritengono che il surfista abbia subito più di un morso di squalo. In seguito all’incidente, la famiglia di Perry ha chiesto rispetto per la loro privacy, mentre il pubblico è stato avvertito di evitare l’acqua. Segnali di pericolo sono stati affissi nella zona per informare della presenza di squali.

Il capo ad interim della sicurezza oceanica, Kurt Lager, ha rilasciato una dichiarazione in cui ha espresso il cordoglio per la perdita di Tamayo Perry. “Tamayo Perry era un bagnino amato da tutti, molto conosciuto sulla North Shore, un surfista professionista apprezzato in tutto il mondo. La sua personalità era contagiosa e, per quanto la gente lo amasse, lui amava di più tutti gli altri. Le nostre condoglianze vanno alla famiglia di Tamayo,” ha detto Lager.

Un tributo dal sindaco

Il sindaco Rick Blangiardi ha esortato i fan a rispettare i desideri di privacy della famiglia di Perry. “La morte di Tamayo è una tragica perdita. Era un leggendario marinaio e un membro molto rispettato del nostro team per la sicurezza oceanica. È davvero difficile da immaginare,” ha dichiarato Blangiardi.

La morte di Tamayo Perry ha lasciato un vuoto nella comunità del surf e tra coloro che lo conoscevano personalmente. La sua eredità come surfista e come persona amata continuerà a vivere nei ricordi di chi lo ha conosciuto e ammirato.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *