Investe una ragazza e fugge: scoperta “pirata della strada” di 90 anni



Anziana di 90 anni investe una giovane donna e scappa: rintracciata poche ore dopo dalla polizia locale grazie alle testimonianze e alle telecamere.



Un incidente incredibile ha scosso la tranquilla cittadina di Rezzato (Brescia) giovedì 20 giugno. Alle 9.30 del mattino, una donna di 90 anni ha investito una ragazza di 32 anni di fronte al supermercato Rossetto. La giovane, che stava attraversando sulle strisce pedonali, è stata sbalzata per oltre tre metri, riportando un trauma cranico.

L’incidente ha immediatamente suscitato grande preoccupazione, con un’allerta in codice rosso successivamente ridimensionata a codice giallo. La vittima è stata prontamente soccorsa dall’automedica e da un’ambulanza, e trasportata alla Poliambulanza di Brescia, dove è tuttora ricoverata per ulteriori accertamenti medici.

Testimoni e indagini

Diversi testimoni hanno assistito alla scena e hanno fornito informazioni cruciali agli agenti del comando di Rezzato. La “pirata” della strada è stata descritta come un’anziana alla guida di una Volkswagen Polo. Le indagini sono state supportate dalle immagini delle telecamere di sorveglianza presenti nella zona, permettendo agli agenti di rintracciare la responsabile in poche ore.

La scoperta che l’autrice dell’investimento era una donna di 90 anni ha lasciato tutti sbalorditi. Nonostante l’età avanzata, la signora non si è fermata a prestare soccorso alla vittima e si è allontanata dal luogo dell’incidente. Per questo motivo, è probabile che venga denunciata per omissione di soccorso e fuga.

Oltre alla denuncia per omissione di soccorso, l’anziana potrebbe essere accusata anche di lesioni stradali. Tuttavia, per quest’ultima accusa, sarà necessaria una querela di parte da parte della 32enne investita. Le indagini sono ancora in corso e la comunità attende ulteriori sviluppi sulla vicenda.

L’incidente ha profondamente colpito la comunità di Rezzato, solitamente tranquilla. Gli abitanti si sono radunati nel parcheggio del supermercato Rossetto, cercando di capire come un episodio così drammatico possa essere accaduto. Sui social network, l’indignazione e l’incredulità sono palpabili, con molti che esprimono solidarietà alla vittima e alla sua famiglia.

Questo evento ha riacceso il dibattito sulla sicurezza stradale e sulla necessità di una maggiore vigilanza, soprattutto in prossimità di aree pedonali e luoghi frequentati. La comunità di Rezzato si interroga ora su come prevenire simili incidenti in futuro e garantire la sicurezza di tutti i cittadini.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *