L’addio al giovane Alex Marangon, il ricordo dei genitori, “Venite e indossate ogni colore del mondo, lui avrebbe voluto così”



La famiglia di Alex Marangon, il 25enne veneziano trovato morto nel Piave dopo un rito sciamanico, chiede a tutti di vestirsi con “tutti i colori del mondo” per onorare il suo spirito vivace e la sua passione per la vita.La comunità di Marcon e i tanti amici di Alex Marangon si stringono intorno alla famiglia del giovane 25enne veneziano, tragicamente scomparso dopo aver partecipato a un rito sciamanico a Vidor. In un momento di profondo dolore e smarrimento, la famiglia di Alex ha scelto di celebrare la vita del loro caro con un addio colorato e gioioso, come lui avrebbe voluto.



Un funerale che celebra lo spirito vivace di Alex

I genitori e la sorella di Alex hanno richiesto che tutti coloro che parteciperanno ai suoi funerali si vestano con “tutti i colori del mondo”, in linea con il suo stile di vita e la sua passione per la vita. Il manifesto funebre, accanto a una foto sorridente di Alex, riporta una sua frase che riassume perfettamente il suo spirito: “Celebreremo la vita rendendole grazie per la bellezza che sta dentro e fuori di noi, con gli occhi e il cuore colmi di amore. Sarà un viaggio indimenticabile, sarà il viaggio di una vita che non ha mai fine”. Questa citazione riflette perfettamente la personalità di Alex, un giovane amato e ricordato per il suo entusiasmo, la sua gioia di vivere e la sua capacità di vedere la bellezza in ogni aspetto della vita.

La richiesta della famiglia: donazioni in beneficenza invece dei fiori

Oltre a chiedere un addio colorato per Alex, la sua famiglia ha anche richiesto che, invece dei fiori, vengano fatte donazioni in beneficenza. Questa scelta rispecchia il desiderio di Alex di aiutare gli altri e di lasciare un segno positivo nel mondo anche dopo la sua scomparsa. La famiglia ha anche chiesto rispetto e comprensione per il doloroso momento e per la delicatezza delle indagini in corso sulla sua morte.

Le indagini sulla morte di Alex continuano

Le circostanze della morte di Alex sono ancora al vaglio degli investigatori, che stanno esaminando il coinvolgimento di due partecipanti al rito sciamanico nell’abbazia di Santa Bona a Vidor. Secondo alcune informazioni, un video delle telecamere comunali mostrerebbe un uomo, forse Alex, scappare dall’abbazia, seguito da due figure, presumibilmente i curanderos colombiani presenti alla cerimonia. Questi due individui sono già tornati in Colombia, ma l’organizzatore del rito, Andrea Zuin, ha assicurato che sono pronti a collaborare con la giustizia per fare luce su quanto accaduto.

I funerali di Alex Marangon saranno un momento di profonda commozione e di celebrazione della vita di un giovane amato e ricordato per il suo spirito gioioso e colorato. La scelta della famiglia di chiedere un addio vestito con tutti i colori del mondo e di devolvere le donazioni in beneficenza riflette perfettamente la personalità di Alex e il suo desiderio di lasciare un segno positivo nel mondo. Mentre la comunità si stringe intorno alla famiglia di Alex, è importante che le indagini sulla sua morte procedano in modo sereno e trasparente, al fine di fare luce su quanto accaduto e di offrire risposte ai tanti interrogativi che ancora aleggiano su questa tragica vicenda. Alex Marangon rimarrà per sempre nei cuori di chi lo ha amato e apprezzato per la sua gioia di vivere e per la sua capacità di illuminare la vita di chi gli stava accanto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *