Musei Vaticani, si stacca un frammento del soffitto: pompiere salva un uccello nell’intercapedine ma cade per sei metri



Un incidente sul lavoro ha rischiato di trasformarsi in tragedia ai Musei Vaticani, frequentati ogni giorno da migliaia di turisti.



Un grave incidente è avvenuto ieri ai Musei Vaticani, uno dei luoghi più visitati al mondo, dove un vigile del fuoco vaticano ha rischiato la vita mentre tentava di salvare degli uccelli intrappolati. L’uomo stava operando in una feritoia tra il soffitto e il controsoffitto della nuova ala museale, situata tra il Cortile della Zitella e il Museo Pio Cristiano, quando il cartongesso ha improvvisamente ceduto.

L’Incidente

Il vigile del fuoco è precipitato per quasi sei metri, schiantandosi al suolo insieme a pezzi di intonaco e calcinacci. La caduta gli ha causato traumi e diverse fratture. Soccorso immediatamente, è stato trasportato d’urgenza al Gemelli, dove ora è fuori pericolo ma dovrà affrontare un lungo periodo di cure e fisioterapia. Secondo i testimoni, è salvo per miracolo.

L’intervento era stato richiesto per salvare un uccello il cui pigolio disperato si sentiva da giorni. Questi episodi non sono rari, anche nella basilica, e l’operazione era stata considerata di routine. Tuttavia, la dinamica dell’incidente dovrà essere chiarita dalle autorità, che indagheranno anche su eventuali divieti a camminare sul controsoffitto di cartongesso. È stata una tragedia sfiorata, dato che pochi minuti prima dell’incidente, nell’area sottostante era passato un folto gruppo di turisti.

Problemi di Sicurezza

La situazione dei Musei Vaticani è sempre sotto stretta osservazione, soprattutto considerando i flussi turistici elevati e le previsioni di ulteriore incremento per il prossimo Giubileo. Le autorità vaticane continuano a garantire che tutte le misure di sicurezza sono rispettate. Tuttavia, di recente ha suscitato scalpore una lettera collettiva di protesta firmata da 49 dipendenti indirizzata alla direzione del Governatorato, da cui dipendono i Musei Vaticani. Tra le criticità sollevate, i lavoratori hanno evidenziato anche le fragilità relative alla sicurezza, aggravate dai limiti di capienza di un complesso museale antico.

Anni fa, all’ingresso del museo, una porzione di intonaco si era staccata, portando con sé un pezzo di marmo travertino. Fortunatamente, nessuno rimase ferito, sebbene una donna in fila abbia avuto un attacco di panico a causa del forte rumore del marmo caduto. Anche in quell’occasione, i vigili del fuoco erano intervenuti rapidamente per mettere in sicurezza l’area e permettere la continuazione delle visite.

Questi episodi sottolineano l’importanza di mantenere elevati standard di sicurezza, soprattutto in un contesto così frequentato e storico come i Musei Vaticani. La tragedia sfiorata di ieri è un monito sulla necessità di vigilare costantemente sulle condizioni strutturali degli edifici e sulla formazione del personale addetto alle emergenze.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *