Roberto Baggio, rapina nella villa durante Italia-Spagna: l’ex calciatore picchiato e chiuso in una stanza con la famiglia



I ladri fanno irruzione nella villa di Roberto Baggio ad Altavilla Vicentina durante la partita Italia-Spagna, colpendolo alla fronte con una pistola e rinchiudendo la famiglia in una stanza.



Notte di terrore per Roberto Baggio

Roberto Baggio, leggendario ex calciatore, ha vissuto una notte di terrore insieme alla sua famiglia nella villa ad Altavilla Vicentina. Giovedì sera, durante la partita Italia-Spagna agli Europei in Germania, una banda di cinque ladri armati ha fatto irruzione nella sua abitazione intorno alle 22.

Baggio sfida i rapinatori

Il “Divin Codino” non ha esitato ad affrontare i malviventi. Tuttavia, uno dei ladri lo ha colpito duramente in fronte con il calcio di una pistola, ferendolo. Subito dopo, i criminali hanno rinchiuso l’intera famiglia in una stanza, procedendo a mettere a soqquadro la villa.

Il bottino e l’intervento delle forze dell’ordine

I ladri sono riusciti a portare via orologi, gioielli e denaro, accumulando un bottino significativo che le forze dell’ordine non hanno ancora quantificato. Dopo la fuga dei malviventi, Roberto Baggio ha sfondato la porta della stanza in cui erano stati rinchiusi e ha chiamato i carabinieri. I militari della compagnia di Vicenza sono intervenuti immediatamente, acquisendo le immagini di sorveglianza per identificare i responsabili.

La paura rimane

Baggio è stato portato al pronto soccorso di Arzignano, dove gli sono stati applicati dei punti di sutura alla fronte. Fortunatamente, nessun altro membro della famiglia è rimasto ferito fisicamente. Tuttavia, la paura e il trauma di quella notte rimarranno impressi nella memoria di tutti i presenti.

Questa terribile esperienza ha scosso profondamente Roberto Baggio e la sua famiglia, ricordando a tutti quanto possa essere fragile la sicurezza personale, anche per una figura pubblica tanto amata. La speranza è che le indagini delle forze dell’ordine portino rapidamente all’arresto dei responsabili, garantendo giustizia per quanto accaduto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *