Roma, la borsa e i ricordi del figlio morto rubati a 27 anni. Mamma Barbara lancia un appello: «Aiutatemi a ritrovarli»



Barbara sconvolta dal furto: uno scooterista le ruba gli ultimi ricordi del figlio deceduto. La donna disperata cerca aiuto per ritrovare i preziosi oggetti.



Il drammatico furto

Barbara non riesce a trovare pace: un uomo su uno scooter si è avvicinato alla sua auto, ferma nel traffico di via di Val Melaina, e le ha strappato via la borsa. In pochi istanti, le sono stati tolti gli ultimi ricordi del figlio Riccardo, scomparso a soli 27 anni, pochi mesi fa, a causa di un male incurabile. “Oggetti apparentemente banali, ma per me pezzi fondamentali della mia vita”, confida Barbara a “Il Messaggero”.

I fatti

Il furto è avvenuto ieri mattina, all’incrocio con via dei Prati Fiscali. “Ero appena salita in macchina”, racconta Barbara. “Avevo abbassato i finestrini e subito dopo un uomo è arrivato a tutta velocità e mi ha rubato la borsa”. All’interno non c’erano solo il portafogli e i documenti suoi e del figlio, ma anche una pochette. “Era un regalo di una mia amica e dentro avevo raccolto tutti gli oggetti di Riccardo: le sue caramelle preferite, un accendino, una sua foto e un braccialetto che indossava durante il ricovero in ospedale”.

Il calvario di Riccardo

La tragedia di Riccardo D’Agostino, un commerciale di Ota Viaggi, è iniziata lo scorso gennaio. “Aveva dolori alla schiena e il medico di base aveva prescritto una cura di antinfiammatori per quella che sembrava un’infiammazione”, spiega Barbara. Tuttavia, le condizioni di Riccardo sono peggiorate rapidamente, e il 27enne è stato ricoverato d’urgenza al Sant’Andrea. “Un medico aveva compreso la gravità della situazione e ha fatto di tutto per salvarlo, ma il tumore era già al quarto stadio. Quegli oggetti nella borsa erano tutto ciò che mi rimaneva di lui. Era come averlo sempre con me”, racconta con voce rotta dalla commozione.

Appello disperato

Barbara sta cercando i ricordi di suo figlio ovunque. Ha sporto denuncia e spera in un miracolo. Sui social ha lanciato un appello accorato: “Vi prego, aiutatemi a ritrovarli, sono disperata come solo una madre può essere. Era tutto ciò che mi rimaneva di lui”.

La speranza di un ritrovamento

Barbara continua a sperare che qualcuno possa ritrovare e restituire i preziosi oggetti. La sua richiesta d’aiuto ha già ottenuto molte condivisioni sui social, e la comunità si è mobilitata per supportarla in questo momento difficile. La speranza è che, grazie alla solidarietà delle persone, Barbara possa riavere indietro quei piccoli ma inestimabili ricordi di suo figlio Riccardo.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *