Il discorso “grillino” di Hitler è una bufala colossale, ma molti ci cascano

21

buddhaIl parallelismo tra nazismo e fascismo da una parte e Movimento 5 Stelle dall’altra parte, continua a infiammare gli appassionati del complotto a tutti i costi, nonché quelli che di storia e men che meno di politica capiscono una beata mazza. E allora non stupisce affatto, anzi si intuisce facilmente, coma una bufala gigantesca, nata sul web, possa immediatamente diventare virale e dunque argomento del dibattito pseudopolitico. Ci stiamo riferendo a questo discorso, che probabilmente anche voi avrete avuto modo di leggere:

“…i contadini, gli operai, i commercianti, la classe media, tutti sono testimoni… invece loro preferiscono non parlare di questi 13 anni passati, ma solo degli ultimi sei mesi… chi è il responsabile? Loro! I partiti! Per 13 anni hanno dimostrato cosa sono stati capaci di fare. Abbiamo una nazione economicamente distrutta, gli agricoltori rovinati, la classe media in ginocchio, le finanze agli sgoccioli, milioni di disoccupati.. sono loro i responsabili! Io vengo confuso.. oggi sono socialista, domani comunista, poi sindacalista, loro ci confondono, pensano che siamo come loro. Noi non siamo come loro! Loro sono morti, e vogliamo vederli tutti nella tomba! Io vedo questa sufficienza borghese nel giudicare il nostro movimento..mi hanno proposto un’alleanza. Così ragionano! Ancora non hanno capito di avere a che fare con un movimento completamente differente da un partito politico…noi resisteremo a qualsiasi pressione che ci venga fatta. E’ un movimento che non può essere fermato… non capiscono che questo movimento è tenuto insieme da una forza inarrestabile che non può essere distrutta..noi non siamo un partito, rappresentiamo l’intero popolo, un popolo nuovo…”

Ora, sono certo che i nostri lettori più attenti non siano cascati nella trappola. Basta infatti andare su Google e cercare le seguenti parole chiave: “Hitler, discorso, 1932, partiti, morti”, ecc. Bene, il motore di ricerca non vi darà alcun link a siti attendibili. Niente di niente! Ma come, un discorso di Hitler così importante non compare sul web? Compare sì, ma è frutto di un copia-incolla cominciato per iniziativa di qualche ebete in mala fede e nessun autorevole sito – per fortuna – c’è cascato. Hitler mai ha pronunciato un discorso utilizzando queste parole. Poi è ovvio che utilizzava un linguaggio molto forte, violento e che voleva demolire le istituzioni, come effettivamente fece. Ma quel blocco di parole, messe insieme in quel modo, non esiste, se non nella mente di qualche galeotto.

Accostare Grillo a Hitler o Mussolini resta, al di là dettagli linguistici, una follia. E non vi citerò nessuno storico e nessun intellettuale: basta avere letto di sfuggita qualsiasi manuale di terza media per rendersene conto. Utilizzare questi pseudo argomenti non è utile a nessuno: né a chi non ha votato il Movimento 5 Stelle, né tanto meno al paese. Il clima d’odio che si respira non è certo un buon segnale. La campagna elettorale è finita. E’ stata molto aspra, durissima, snervante. Ma ora è il momento di darsi tutti quanto una calmata. Il caso Sicilia dimostra che quando ci sono le idee giuste, l’accordo tra diverse forze politiche si può trovare. Vero Crocetta? A proposito: il presidente della Regione Sicilia è dichiaratamente omosessuale. Nessuno dei 15 consiglieri del Movimento 5 Stelle si è mai sognato di attaccarlo per questo. Per noi non è una notizia, è ovvio, è il minimo sindacale. Ma sapete com’è. Mettiamo le mani avanti nel caso qualche ebete volesse diffondere bufale in tal senso.

In definitiva, cari critici di Grillo, vi do un consiglio: se proprio volete togliere forza al Movimento 5 Stelle, fatelo coi programmi, le idee, i valori, le critiche basate sui fatti. Le bufale del web hanno le ore contate. Meglio utilizzarlo diversamente, il tempo, no?

Ps: a supporto di quanto abbiamo scritto sopra, crediamo sia utile riportare anche quanto segnalato da Adriana Calovini:

“Il paragone con Grillo è assolutamente fuori luogo. In ogni discorso di Hitler, Stalin o Mussolini etc. si può trovare una frase che ci fa comodo da utilizzare contro chi vogliamo. Oltretutto, a parte il parallelo demenziale, è chiaro che chi ne scrive non conoscete il tedesco – parlato da Hitler nel filmato su Youtube -, né l’inglese dei sottotitoli. Diciamo non abbastanza per permettergli di farne oggetto di discussione. Il discorso ripreso è quello pronunciato a Eberswalde il 27 luglio 1932 (si trova sul web sotto “Wahlkampfsrede Eberswalde”). La citazione in italiano postata è presa, qua e là e male, dal lungo discorso. Non mi dilungo nel correggere la facilmente migliorabile traduzione dei brani estrapolati.Mi soffermo soltanto sul primo citato “Loro sono morti….tomba “. Nel punto Hitler dice esattamente così: “Loro ci confondono con loro stessi. Abbiamo scelto un traguardo fanaticamente, senza scrupoli fin dentro la tomba”. Per quanto riguarda il secondo punto (la proposta di un’alleanza), non ne trovo traccia nel discorso!!! (Se si è inteso inserirlo per avvicinarlo a quanto succede in questi giorni al Movimento 5 Stelle è un tentativo sleale di mistificazione). Chi vuol cercare nella storia parallelismi -anche assurdi come questo – deve sforzarsi di verificare la fonte – come ho fatto io – non semplicemente basarsi su quel che trova qua e là. Altrimenti si rischia di farsi strumentalizzare.”