Pensione casalinghe 2019, aumento importo. Requisiti e come fare domanda

Si parla di aumento delle Pensioni casalinghe e in questo caso si fa riferimento al coefficiente di trasformazione ovvero quel parametro che bisogna valutare sulla base dell’aumento dell’età. Tale coefficiente risulta fondamentale ai fini della valutazione dell’importo finale di quello che riguarda le pensioni casalinghe. Per chi non lo sapesse, la pensione casalinghe altro non è che un trattamento che è legato al versamento di contributi e che viene calcolato soltanto attraverso il sistema contributivo. Dunque,  tanto più sarà elevato l’importo versato più alto sarà poi l’importo finale. Cominciamo, comunque, col dire che cosa è la pensione casalinghe, chi può accedere al Fondo e quali sono i requisiti.

Pensione casalinghe, cos’è?

Come da sempre, fare la casalinga o casalingo che sia, è un lavoro che occupa gran parte del tempo, ma che non viene retribuito. Per questo motivo, a partire dal primo gennaio 1997 pare che sia entrato un Fondo pensioni per casalinghe e si tratterebbe di un fondo di previdenza che è riservato proprio a tutte quelle persone che svolgono lavori casalinghi e non retribuiti, che derivano da responsabilità familiari. Ma quali sono i requisiti per poter iscriversi a questo fondo pensioni per casalinghe?

Bisognerà:
– avere un’età che sia compresa tra i 15 e i 65 anni
– non essere in alcun modo titolari di pensione diretta
– svolgere un lavoro in famiglia non retribuito, che possa derivare da responsabilità familiari e senza vincoli di subordinazione
– non prestare attività lavorativa dipendente oppure autonoma per la quale ad oggi sussiste l’obbligo di iscrizione a qualsiasi altro ente oppure cassa previdenziale
– si può prestare attività lavorativa part-time nel caso in cui si determini Una contrazione delle settimane utili per il diritto alla pensione riguardo l’orario la retribuzione percepita.

Una volta che ci si iscrive a questo Fondo, si avrà poi diritto di accesso alla pensione di inabilità e quella di vecchiaia. Tuttavia però, non è così semplice perché nel primo caso deve essere intervenuta l’ assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi tipo di lavoro, mentre la seconda ovvero quella di vecchiaia si potrà ottenere una volta compiuti 57 anni. E’ inoltre indispensabile che si siano versati almeno 5 anni di contributi che ammontano a 60 mesi.

Aumento pensione casalinghe, come iscriversi al Fondo

Qualora si è in possesso di tutti i requisiti richiesti, è possibile effettuare l’iscrizione al fondo pensione casalinghe. Come? Presentando un’apposita domanda online attraverso i servizi INPS. A questo punto bisogna accedere al portale dell’Istituto attraverso il PIN dell’INPS. Ad ogni modo si può anche contattare il Contact Center chiamando il numero 800 364 da numero fisso oppure 06 164 164 da mobile, oppure ancora attraverso un qualsiasi patronato e intermediari dell’Istituto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.