Pensioni casalinghe Inps, requisiti: ecco le due opzioni possibili

Si torna a parlare di pensione casalinghe, ovvero di una pensione che sarà percepibile da quelle persone che saranno iscritte al fondo casalinghe. In genere queste persone possono accedere alla pensione INPS attraverso due modalità ovvero la pensione di inabilità e la pensione di vecchiaia. Queste due prestazioni sono destinati sia uomini che donne che risulteranno iscritti dunque al fondo, l’importante è che abbiano svolto dei lavori non retribuiti che derivano da responsabilità familiari. Per poter iscriversi al Fondo, è opportuno rispettare delle condizioni e dunque essere in possesso di determinati requisiti.

Pensioni casalinghe Inps: requisiti

Oltre ad essere iscritti regolarmente al Fondo casalinga ed avere svolto lavori non retribuiti, che derivano da responsabilità familiari. I  beneficiari dovranno essere in possesso di altri requisiti. Tra questi:

–  avere un’età che deve essere compresa tra i 16 ed i 65 anni
–  avere un lavoro in famiglia non retribuito che derivi da responsabilità familiari e senza alcun vincolo di subordinazione
– non prestare attività lavorativa dipendente oppure autonoma che comporti l’obbligo di iscrizione ad altra cassa previdenziale
– non essere titolare di una pensione diretta
– avere svolto un lavoro part time.

Si potrà, dunque, accedere alla pensione ed una volta che siano rispettati questi requisiti,  bisognerà avere ben 5 anni di contributi. Ma come fare? Innanzitutto Diciamo che la pensione casalinga INPS dà il diritto a due trattamenti per i quali però è importante essere in possesso dei requisiti sopra elencati. Entrambe le opzioni però prevedono soltanto 5 anni di contributi e nello specifico si parla di pensione di inabilità e pensione di vecchiaia. Per la prima deve sussistere l’impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa ed avere almeno 5 anni di contributi versati al Fondo, mentre per la pensione di vecchiaia si può richiedere una volta compiuto il cinquantesimo anno di età e con almeno 5 anni di contributi che siano stati versati al fondo. Il trattamento sarà corrisposto soltanto nel caso in cui l’importo maturato risulterà 1,2 volte superiore all’assegno sociale e quest’ultimo requisito potrebbe cadere nel momento in cui il soggetto iscritto al Fondo, avrà compiuto 65 anni di età.

Pensione casalinghe, come fare domanda

Come presentare la domanda sia per la pensione di inabilità che per la pensione di vecchiaia? La modalità è telematica e si potranno utilizzare i canali Inps. Le modalità di presentazione della domanda sono le seguenti, ovvero:

– web, accesso al sito dell’Inps tramite Pin dispositivo
– Contact Center, chiamando il numero verde 803 164 da fisso e o 06 164 164 da mobile
– patronato o altro intermediario abilitato.

Non tutti sanno che presso l’Inps è stato istituito un Fondo per le pensioni delle casalinghe, destinato a tutte le donne ed agli uomini che non lavorano.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *