Antonio D’Amico: chi è il compagno storico di Gianni Versace, che fine ha fatto

Antonio D’Amico è il compagno di Gianni Versace anche lui stilista. Ma che fine ha fatto il noto compagno del genio della moda? Ricorderete sicuramente quando Gianni Versace è stato ucciso il 15 luglio 1997 a Ocean Drive. Sicuramente per Antonio D’Amico è stato un duro colpo, anche perché i due si trovavano proprio nel pieno della loro relazione. Ma che fine ha fatto oggi D’Amico?

Chi è Antonio D’Amico

È uno stilista italiano nato in Puglia il 21 Gennaio 1959 sotto il segno dell’Acquario. Pare che i suoi genitori si siano separati quando lui era molto piccolo, ovvero all’età di 2 anni e si è trasferito insieme alla madre a Milano. Intorno ai 16 anni ci sarebbe stato un evento traumatico che lo ha messo purtroppo davanti ad una dura e brutta realtà. La sorella Maria purtroppo è morta davanti a lui per una patologia cardiaca congenita. Ha frequentato il collegio di Como e poi ha deciso di vivere la propria vita in modo del tutto indipendente. Si è appassionato di moda ed ha iniziato dapprima a lavorare come modello e poi è diventato un Fashion Designer di grande successo.

Leggi Anche  Gianni Versace: la morte dello stilista, gli ultimi attimi di vita, chi è l'assassino

La storia con Gianni Versace

I due si sono incontrati esattamente nel 1982 ovviamente nell’ambito della moda. Il loro incontro sembra sia avvenuto ad uno spettacolo, un balletto ed è stato per loro un colpo di fulmine. “Io ero giovane, avevo 22 anni ed ero un po’ emozionato per averlo conosciuto: non avrei mai pensato che la mia vita cambiasse così”. Questo quanto raccontato nello specifico a Storie italiane dallo stesso Antonio D’Amico. Sicuramente il loro è stato un amore molto intenso e hanno vissuto 15 anni di vita insieme fino a quando poi il noto stilista non è stato ucciso a colpi di pistola da un serial killer molto pericoloso ovvero Andrew Cunanan.

Leggi Anche  Gianni Versace: la morte dello stilista, gli ultimi attimi di vita, chi è l'assassino

La depressione e la rinuncia all’eredità

“Io ero giovane, avevo 22 anni ed ero un po’ emozionato per averlo conosciuto: non avrei mai pensato che la mia vita cambiasse così”. Questo quanto raccontato da lui a Storie italiane. Purtroppo dopo la morte del suo compagno D’Amico ha vissuto un momento molto difficile per via di una brutta depressione. Ha ridotto drasticamente le sue apparizioni in tv ed in 20 anni ha rilasciato soltanto due interviste. Sembra che abbia rinunciato a una parte dell’eredità che gli è stata lasciata dal compagno per via dei brutti rapporti che in questi anni ha avuto purtroppo con Donatella e Santo Versace.

Leggi Anche  Gianni Versace: la morte dello stilista, gli ultimi attimi di vita, chi è l'assassino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *