Antonio D’Amico: chi è il noto stilista e compagno storico di Gianni Versace, che fine ha fatto oggi?

Antonio D’Amico, è conosciuto da tutti per essere il compagno storico del genio della moda Gianni Versace ed è anche l’uomo che è stato al centro di diverse polemiche in seguito alla morte di Gianni. Ma cosa conosciamo di lui e della sua vita privata? Sicuramente l’omicidio di Gianni Versace è stato un duro colpo per Antonio che viveva insieme a lui ormai da diverso tempo. Antonio ha perso Infatti il suo compagno nel pieno della loro relazione in una mattina del 15 luglio 1997 quando ha ritrovato Gianni in una pozza di sangue. Gianni è stato ritrovato quindi dal suo storico compagno nella villa di Miami Beach proprio all’ingresso ed è stato sicuramente un grande shock per Antonio. Cosa fa oggi quest’ultimo e cosa conosciamo di lui?

Leggi Anche  Antonio D'Amico: chi è il compagno storico di Gianni Versace, età, carriera, il vitalizio record

Antonio D’Amico chi è

È un noto stilista italiano nato il 21 Gennaio 1959 in Puglia sotto il segno dell’Acquario. Pare che due genitori si sono separati quando aveva soltanto 2 anni e si è trasferito insieme alla madre a Milano. All’età di 16 anni ha vissuto un vero e proprio dramma, ovvero la morte della sorella minore Maria che è venuta a mancare proprio davanti ai suoi occhi per una patologia cardiaca congenita. Ha vissuto la sua indipendenza e si è appassionato alla moda cominciando a lavorare dapprima come modello. Poi si è affermato come Fashion Designer.

Leggi Anche  Gianni Versace: la morte dello stilista, gli ultimi attimi di vita, chi è l'assassino

Vita privata

La sua vita è cambiata però nel 1982 quando ha incontrato Gianni Versace. I due si sarebbero conosciuti all’interno di uno spettacolo, un balletto ed è stato per loro un vero e proprio colpo di fulmine. “Io ero giovane, avevo 22 anni ed ero un po’ emozionato per averlo conosciuto: non avrei mai pensato che la mia vita cambiasse così” . Questo quanto raccontato ancora da Antonio nel corso di un’intervista rilasciata a Storie italiane. L’evento che ha segnato per sempre la sua esistenza è stato però l‘uccisione di Gianni Versace. I due avevano trascorso 15 anni di amore intenso e passionale fino a quando poi lo stilista è stato ucciso a colpi di pistola da un serial killer Andrew Cunanan.

Leggi Anche  Antonio D'Amico: chi è il compagno storico di Gianni Versace, che fine ha fatto

Il ritrovamento del corpo senza vita di Gianni

Fu proprio Antonio a ritrovare il corpo senza vita di Gianni il quale ha lasciato però a lui un testamento davvero piuttosto importante. Antonio percepisce Infatti un vitalizio mensile di 50 milioni di lire ed il diritto di poter godere delle Residenze di Milano Miami e New York. In seguito alla morte di Gianni, Antonio ha affrontato un duro momento ovvero sarebbe caduto in una Severa depressione e da quel momento ha ridotto le sue apparizioni. In tutti questi anni ha rilasciato soltanto due interviste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.