Cronaca

Il caso di Rosa Montalto: la donna uccisa dal figlio Filippo Addamo con un colpo alla nuca

Filippo Addamo oggi è un uomo libero e stiamo parlando di colui che è stato condannato e che ha confessato l’omicidio della madre nel marzo del 2000. Ci stiamo riferendo al caso che ha visto purtroppo ancora una volta ha come protagonista una donna di nome Rosa Montalto la quale è stata uccisa a Catania. Un caso che ha sconvolto non soltanto la Sicilia, ma tutta l’Italia. Sarà Franca leosini che tornerà a raccontare questo caso di femminicidio e di conseguenza anche di Filippo Addamo.

Il caso di Rosa Montalto, uccisa dal figlio 20enne

Era esattamente il 27 marzo del 2000 quando Rosa Montalto, che viveva in una casa poco distante da quella dove abitava con il marito insieme ai suoi tre dei quattro figli, venne uccisa. La donna aveva ottenuto una separazione dal marito. Pare lavorasse come addetta alle pulizie per una cooperativa. A 35 anni aveva lasciato la sua famiglia per andare a vivere con un altro uomo ovvero Benedetto, un amico del figlio Filippo. Questa storia dura all’incirca 20 giorni, ma poi Rosa avrebbe iniziato a frequentare altri uomini e pare fosse arrivata addirittura a prostituirsi. Il figlio ventenne pare non sopportasse tutto ciò. All’alba del 27 marzo del 2000 l’ha aspettato sotto casa e l’ha uccisa con un solo colpo alla nuca.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *