María Grever chi è la protagonista del doodle Google di oggi: tutta la sua biografia

María Grever (1885-1951) è stata una compositrice messicana conosciuta come la pioniera del bolero. La biografia di Maria Grever ci offre un breve tour dei momenti che l’hanno resa la prima artista di questo paese ad essere conosciuta in tutto il mondo. Non smettere di leggerlo!

Biografia di María Grever riassunto

María Grever: nata per la musica

Nonostante sia nata in Messico, María Joaquina de la Portilla Torres, musicalmente conosciuta come María Grever, è cresciuta in Spagna, il paese da cui proveniva suo padre. Fin da giovanissima si è interessata alla musica , motivo per cui ha iniziato a comporre le sue prime canzoni.

A soli quattro anni, María Grever ha scritto la sua prima canzone, che parlava di un canto natalizio.

Qualche tempo dopo, l’allora giovane donna si trasferì in Francia. In questo luogo ha ricevuto la sua prima conoscenza musicale dalla mano di rinomati musicisti europei, Frank Lenhard e Claude Debussy, che l’hanno incoraggiata a mantenere la sua spontaneità.

In Europa, Maria ha studiato pianoforte, francese, italiano e inglese , grazie alla buona posizione economica di suo padre, Francisco de la Portilla.

Ritorno in Messico

Al suo ritorno in Messico, la compositrice ha incontrato León A. Grever, che sarebbe stato il grande amore della sua vita . Poco tempo dopo, i due decidono di sposarsi a Città del Messico, luogo in cui sono nati i loro tre figli.

La tragedia avrebbe segnato per sempre la vita di María Grever, che ha dovuto affrontare la morte prematura di uno dei suoi figli . Nonostante questa situazione, l’artista dovette trasferirsi a New York City a causa degli eventi della rivoluzione messicana.

Nella città dei grattacieli, il messicano ha deciso di continuare a comporre canzoni. Il consolidamento è arrivato con Júrame , un tema interpretato magistralmente da José Mojica. Nonostante il successo, i soldi che ha ricevuto per la sua musica non sono stati sufficienti per María, che ha dovuto vendere il suo pianoforte per poter sostenere finanziariamente la sua famiglia.

Júrame è una canzone d’amore, un fatto che ha infranto tutti i paradigmi imposti in quel momento. Non era comune per una donna esprimere i propri sentimenti nei confronti di un uomo, ma Maria Grever ha osato farlo.

Altri successi sono arrivati ​​con canzoni come Gypsy Lament , Quando torno dalla tua parte, Dammi il tuo amore, Chi sei, Un bacio e Una rosa.

Le sue canzoni sono state eseguite da grandi artisti come Aretha Franklin , Frank Sinatra , Plácido Domingo, Libertad Lamarque, Pedro Vargas, Gloria Estefan , Amy Winehouse , Luis Miguel , Javier Solís, Dinah Washington, Dean Martin , John Serry Sr, Rod Stewart , Enrico Caruso, Alfonso Ortiz Tirado e Ray Conniff.

La sua triste morte

María Grever morì il 15 dicembre 1951 a New York City. I suoi resti sono stati trasferiti a Città del Messico, in adempimento di un suo desiderio.

Da allora, il suo corpo riposa nel Pantheon spagnolo , situato nella capitale messicana. Tra i riconoscimenti ottenuti nella vita ci sono: le chiavi di Città del Messico, la medaglia del Cuore del Messico e la medaglia al merito civico.

A Barcellona c’è una scuola di musica con il suo nome, ea León, Guanajuato, una statua del compositore e un teatro con il suo nome, nonché un edificio con una targa che lo riconosce come la casa temporanea del famoso compositore.

Nel 1906 incontrò León A. Grever a Città del Messico, che sposò un anno dopo. Il suo primo grande successo arrivò quando José Mojica, il famoso tenore messicano, eseguì la sua famosa canzone [Júrame], diventando così il suo primo interprete.

Nel 1953, Libertad Lamarque ha interpretato il ruolo di Grever in “Quando vado”, un film biografico diretto dal cileno Tito Davison. I suoi primi successi furono con El reo, El ruiseñor e Vida mía; Tuttavia, fu con l’interpretazione di Júrame, con la voce di José Mójica, che ottenne il suo più grande successo. Questa canzone, a proposito, è eseguita da tutti i grandi cantanti del mondo.

In quegli anni il bolero cominciava a diventare la musica più popolare e permanente del nostro secolo e María Grever ottenne un successo dopo l’altro, con opere come

  • Sorsero
  • Un bacio
  • Lamento zingaro
  • Quando torno dalla tua parte
  • Tipitín
  • Dammi il tuo amore
  • Tu chi sei

Ma non solo nelle canzoni popolari era fantastico; Abbiamo già segnalato la scoperta di Nayeli Nesme, la quale sottolinea che María Grever era una studentessa di Claude Debussy; È stato notato che ha scritto diversi film per la 20th Century Fox e la Paramount Pictures. María faceva parte della pletora di compositrici che si sono distinte nel bolero come in nessun altro genere, come Teresa Carreño, Consuelo Velázquez, María Teresa Vera e Carla Blay.

Maria Grever era un centro dell’attenzione artistica. È stata davvero la prima donna messicana a trascendere su scala internazionale. Dopo il soggiorno a New York, nel 1949 tornò in Messico dove gli furono assegnate le Chiavi di Città del Messico (onorificenza onoraria), la Medaglia al Merito Civico e la Medaglia del Cuore del Messico. Successivamente, ha lavorato come presentatrice nella rete televisiva XEW, ha raccontato la sua vita alla radio e ha scritto un libro autobiografico. Lo stile romantico ed elegante di Maria Grever è stato notato. Insieme alla cubana María Teresa Vera (autrice di “Veinte años”) e alla sua connazionale Consuelo Velásquez, faceva parte della pletora di compositrici che si sono distinte notevolmente nel mondo del bolero. Tuttavia, María Grever è ancora presente nella musica popolare e nelle vite di quelli di noi che cantano le sue canzoni oggi.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

One comment

  1. Manuela Alboreto

    Grazie, interessante, istruttivo- non conoscevo questo personaggio internazionale della musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *