Professione? Segaiola!

Cosa non ci si inventa pur di far fronte alla carenza di impiego in Cina? Diverse banche del seme cinesi hanno dato il via a una nuova professione, quella della pugnettista o segaiola, chiamatela come più vi pare.

Per uno stipendio di circa 12mila euro all’anno, non si richiede titolo di studio o qualifica di infermiera, semplicemente una buona manualità; alle ragazze assunte vengono forniti guanti e ampollina dove raccogliere il seme, il tutto osservando scrupolose regole igieniche.

La nuova professione sembra aver riscosso molto successo soprattutto tra le più giovani, che prive di qualsiasi diploma o attestato professionalizzante si trovano ad avere un fisso mensile garantito.

Nonostante la nuova attività possa sembrare molto semplice e divertente, in realtà viene considerata lavoro a rischio 4, per l’eccessiva sollecitazione dei tendini e per la ripetitività dei movimenti.


Controcopertina.com è un giornale online approvato anche da Google News. Per ricevere i nostri aggiornamenti e restare informato su questo argomento ti invitiamo a seguirci sul nostro profilo ufficiale di Google News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *