Amanda Sandrelli: nata da mamma Stefania Sandrelli e papà Gino Paoli

Amanda Sandrelli la conosciamo tutti per essere una nota attrice, figlia d’arte visto che la mamma è la grande attrice Stefania Sandrelli e il papà invece è Gino Paoli. Amanda sembra essere nata dall’amore clandestino tra Gino e Stefania e per questo motivo porterebbe il cognome della madre anche se dietro pare ci sia anche dell’altro. Ad ogni modo, la stessa attrice si è raccontata In diverse occasioni parlando della sua infanzia ed anche del rapporto tra i suoi genitori. “Sono stata la figlia del peccato e di padre ignoto fino all’età di 25 anni! Mamma e papà non li ho mai visti vivere insieme”. Queste le parole dell’attrice.

Amanda Sandrelli, il ricordo della sua infanzia

Nel corso di un’intervista che l’attrice ha rilasciato al Corriere della Sera, pare abbia voluto ripercorrere un po’ quella che è stata la sua vita. “Mio padre era regolarmente sposato con Anna Fabbri dalla quale era in attesa del figlio Giovanni che è nato tre mesi prima di me, perché intanto anche mia madre era incinta. Insomma, un bel pasticcio. E infatti, dati i tempi visto che stiamo parlando del 1964, lui non ha potuto darmi subito il suo cognome. Solo in seguito per me è staro possibile chiamarmi Sandrelli Paoli”.

Ma non fu una situazione terribile: “Avrebbe potuto essere un inferno invece no, sia pure nella complessità sono stata fortunata, mi è andata decisamente bene, ho imparato a prendere il meglio dagli affetti familiari e soprattutto ho imparato a essere libera dalle convenzioni, dalle regole. Una famiglia tutt’altro che perfetta, non borghese, dotata però di un’alta dose di onestà”. Queste le parole dichiarate da Amanda la nota attrice oggi 57enne la quale quindi ha parlato di questa Famiglia allargata E del rapporto tra i suoi genitori.

La sua famiglia allargata

Pare che già da piccolina avesse capito di vivere una condizione piuttosto particolare essendo figlia unica con due fratelli oltre a Giovanni che ha conosciuto soltanto in seguito quando tra i 8 e i 13 anni è andata a vivere dal padre che la voleva a Milano. Aveva anche un fratello di nome Vito avuto dalla storia tra la madre e  Niki pende.

Il rapporto tra i genitori

“Con mamma sono cresciuta, molto presente affettivamente, pur se sempre in giro per lavoro. Con papà il rapporto si è costruito più tardi: lui è veramente un artista, e il talento creativo non è facile da gestire, ha un costo, si paga, con tutti i pro e i relativi contro. Quando ero piccola, lo giudicavo piuttosto pesantino, alternava momenti di grande amorevolezza ad altri in cui non esistevo, non c’ero proprio nella sua mente… Tra l’una e l’altro, mi sentivo in bilico sul filo da acrobata, ho dovuto cercare un mio equilibrio precario, che per fortuna ho trovato e mi sono affrancata… Bisogna andare avanti senza pesi, l’importante è muoversi, non c’è nulla di fermo nella nostra esistenza”. Queste le parole dell’attrice parlando di mamma e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.