Chiusa in casa, picchiata e costretta a rubare: 43enne denuncia 20 anni di maltrattamenti dal marito

37

Dopo aver sopportato 20 anni di abusi fisici e psicologici, una donna di 43 anni si è rivolta alla polizia in seguito all’ennesimo atto di violenza da parte del marito. L’uomo, 44 ​​anni, le ha bucato le ruote dell’auto per impedirle di uscire di casa, anche per andare al lavoro. A quel punto la moglie, esasperata da 20 anni di abusi, ha chiesto l’intervento degli agenti.

La scena del crimine è stata la città di Assisi, dove gli agenti del commissariato della Polizia di Stato hanno prontamente notificato al marito della donna un provvedimento restrittivo che gli vieta di avvicinarsi alla moglie. La coppia, secondo quanto ricostruito, era sposata da più di 20 anni ma dalla prima gravidanza il marito iniziato ad assumere la funzione ossessivi nei confronti della donna, vietandole di uscire e costringendola a casa (togliendo le chiavi). L’avrebbe anche minacciata e offesa in più di un’occasione, costringendola a commettere un furto.

L’indagine ha portato alla luce numerosi casi di molestie fisiche e psicologiche da parte dell’uomo nei confronti della moglie, a partire da quando il figlio neonato aveva un anno e fino ad oggi. La Procura di Perugia ha dichiarato in una nota diffusa che si è verificata il 44enne che ha causato alla moglie “uno stato di sofferenza, depressione e paura” con minacce, aggressioni verbali e insulti.

Nel giugno dello scorso anno, un giudice ha emesso un’ordinanza che vieta all’imputato di avvicinarsi alla moglie e ai figli, nonché ai luoghi di lavoro oa quelli in cui è probabile che la donna sia presente.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.