Hai capito chi è Nek? Età, moglie, figli, patrimonio e vita privata


Alla fine degli anni ’80 fa parte del gruppo White Lady. Il suo album di debutto da solista è stato pubblicato nel 1992 e si chiamava semplicemente Nek; da questo album è stato pubblicato solo il singolo “Amami“. Ha debuttato al Festival di Sanremo nel 1993 con una canzone dal testo molto controverso che parla di aborto, “In te“, ispirato all’esperienza reale di un’amica.

Durante la stessa edizione del festival, Mietta ha cantato “Figli di chi”, anch’esso scritto da Nek, che stava per ri-registrarlo per includerlo nel suo secondo album, In te. Nek ha partecipato al Cantagiro con sorprendente successo, vincendo il premio come artista più popolare assegnato dal settimanale TV Stelle.

Nel 1994 riceve il premio come miglior giovane cantante italiano, premio condiviso con la cantante Giorgia Trovato, primo importante riconoscimento della sua nascente carriera. Nello stesso anno pubblica un nuovo lavoro, intitolato Calore Umano, con la collaborazione di importanti musicisti italiani. Questo album è l’ultimo lavoro con la sua etichetta, Fonit Cetra. Altri suoi successi successivi furono: “Jane”, “Calore umano”, “Cuori in tempesta” e “Angeli nel ghetto”.

Successo internazionale

Nel 1997 partecipa nuovamente al Festival di Sanremo, non vince nulla ma con “Laura non c’è” (“Laura non è”, considerato da molti il suo capolavoro) raggiunge subito le classifiche italiane e internazionali. Segue la hit “Sei grande” con la quale partecipa al Festivalbar in Italia. Entrambi i brani sono inclusi nell’album Lei, gli amici e tutto il resto.

In questo stesso anno, l’album vendette solo in Italia circa 600.000 copie, ottenendo sei dischi di platino, dischi d’oro in Germania, Austria, Svizzera, e formidabili vendite del suo album in spagnolo, sia in Messico, Centro e Sud America. Questo album è stato preceduto dal grande successo della versione italiana (Lei, gli amici e tutto il resto) in tutto il mercato europeo. Essendo il primo album in spagnolo e intitolato Nek. La reazione del pubblico è stata eccezionale ed è riuscita a vendere 2.000.000 di copie in tutto il mondo, essendo pubblicato in America Latina, Brasile compreso. In questo modo Nek si conferma un grande artista internazionale. La canzone “Tu sei, tu sai” (“Sei qui”) inclusa nell’album, è ispirata a una poesia di Jacques Prévert, Quand tu dors.

Nel 1998 esce l’album Entre tú y yo, che riscuote grande successo anche in Europa, e per il quale si aprono le porte ad un tour in America Latina, in cui si esibisce in più di 150 concerti visitando Argentina, Messico e Guatemala tra gli altri. “Si sé que te tengo a ti”, il primo singolo estratto dal nuovo album, rimase in cima alle classifiche radiofoniche per quattro mesi. Il 9 luglio 1998 Nek riceve a Bruxelles il Premio IFPI per aver superato il milione di copie vendute in Europa con il suo album Nek.

Nel 2000, ha concepito una nuova produzione La vida es, un album che mescola pop-rock con musica elettronica. Da questo album è uscito il singolo “Ci sei tu”, e anche un altro singolo chiamato “La vita è”, che vede la partecipazione del gruppo Eiffel 65. Nello stesso anno Nek è stato nominato come artista rivelazione dell’anno 2000 e ha fatto un nuovo tour di concerti.

Nel 2002 esce sul mercato ispanico l’album Las cosas que defendé, che ottiene grande consenso soprattutto in Messico e Spagna. È il quarto album di Nek in spagnolo. Da questo album è uscito il primo singolo in duetto con Laura Pausini chiamato “Tan solo tú”. Il singolo successivo fu “Hablemos en pasado” e l’ultimo di questo album fu “Cielo y tierra”, di cui realizzò anche una versione con il cantante Dante Thomas.

Nel 2004 Nek pubblica un album che raccoglie i suoi più grandi successi, intitolato L’anno zero – The Best of Nek, che in poco tempo vende 250.000 copie, ed è tra i cento album più venduti in Italia secondo la FIMI (Federazione Italiana Musica).

Nel 2005 è stato pubblicato il suo nuovo album, Una parte de mí. Il primo singolo è stato “Lascia che io sia”, che ha vinto al Festivalbar in Italia. In seguito è stato tradotto in spagnolo con il titolo “Para ti sería”. L’album include la canzone “Darei di più di tutto quel che ho” che si ispira a una poesia di Pablo Neruda, Tango del viudo, che narra davvero un addio.

Ha avuto molto successo in Francia, con il duetto che ha fatto con Céréna nella versione italo-francese di “Laura non c’è”, intitolata “Laura simplement” in francese. In Spagna ha ristampato il suo album En el cuarto 26 con due canzoni in cui collabora il gruppo El sueño de Morfeo. Successivamente, ha anche partecipato in duetto all’album Nos vemos en el camino di El sueño de Morfeo, con la canzone “Chocar” che ha ottenuto grande consenso in Spagna.

Il 30 gennaio 2009 esce in Italia il suo nuovo album con brani inediti Un’altra direzione, il cui primo singolo è “La voglia che non vorrei”. In Spagna l’album è uscito il 28 aprile 2009 ed è stato intitolato Nuevas direccións, con “Deseo que ya no puede ser” come primo singolo. Un’edizione speciale è stata pubblicata anche in Spagna, che include l’album in spagnolo e italiano. Il secondo singolo in Spagna è “Simples emociones”. Nello stesso album appare la canzone “Per non morire mai”, basata sulla poesia Morre slowly della brasiliana Martha Medeiros, una canzone per l’uso della vita al massimo. D’altra parte, la Prima Lettera dell’apostolo Paolo – in particolare, il capitolo 13 della Prima Lettera ai Corinzi – è servita da ispirazione per il canto “Se non ami”, in cui parla dell’importanza dell’amore.

Alla fine del 2010 esce la seconda compilation di Nek E da qui – The Greatest Hits 1992-2010, il suo primo singolo “E da qui” che viene ascoltato per la prima volta il 15 ottobre nelle radio italiane.3A differenza di L’Anno zero -The Best of Nek, sia le nuove canzoni che le canzoni dal vivo sono incluse qui, queste ultime registrate nel loro tour estivo The Quartet Experience. In questo modo, nell’aprile 2011 ha pubblicato per il mercato latino Es Así – Greatest Hits 1992-2010, che include successi come “Laura no está”, “Tu nombre”, “Si sé que te tengo a ti”, “Quédate”, “La vida es”, “Tan solo tú”, “Al menos ahora”, “Para ti sería” e “Deseo que ya no puede ser”, tra gli altri.

Il 14 marzo 2013 Nek ha annunciato attraverso i social network il nome del suo nuovo singolo “Congiunzione Astrale” con data di uscita il 22 marzo 2013. In Spagna e America Latina il primo singolo è stato intitolato “La mitad de nada” in duetto con il cantante spagnolo Sergio Dalma. Anche il suo decimo album in studio chiamato Filippo Neviani è stato pubblicato in Italia il 16 aprile. Essendo il suo album più personale nelle parole dell’artista, poiché oltre a dargli il suo nome e produrlo, ha registrato la voce, la chitarra, il basso e la batteria da solo.4La versione in lingua spagnola è stata pubblicata l’11 giugno. In Messico l’album è stato anticipato di una settimana rispetto al previsto, essendo pubblicato il 4 giugno 2013.

Diciotto anni dopo aver partecipato al Festival di Sanremo con il brano “Laura no está”, Nek ha partecipato nuovamente, questa volta per presentare il brano “Fatti avanti amore”, precursore del suo dodicesimo album in studio Antes de que hables, arrivando secondo al festival. Tuttavia, ha vinto il premio per la migliore interpretazione di una versione per il brano “Se telefonando” di Mina (incluso anche nel suo nuovo album) e il miglior arrangiamento orchestrale per “Fatti avanti amore”.

Prima di Parlare (uscito in Spagna e America Latina con il titolo Before You Speak) è uscito per la prima volta in Italia il 10 marzo 2015 e in Spagna il 19 giugno 2015. Contiene dodici argomenti in totale, compresi i due sopra menzionati.

Il 14 ottobre 2016 ha pubblicato un nuovo album in Italia intitolato Unici, questo è il tredicesimo album della sua carriera.

Vita privata

Nel 1995 entra a far parte della squadra di calcio dei cantanti italiani, ma si sloga durante una partita e deve prendersi un lungo periodo di riposo, in cui riconsidera seriamente la sua ispirazione artistica e decide di darle un nuovo slancio e una nuova iniezione di energia.

Nel settembre 2006 ha sposato la sua ex assistente, Patrizia Vacondio.7Il 12 settembre 2010, la notizia della nascita della loro prima figlia, Beatrice Maria, è stata annunciata sul loro forum.

Voce e stile musicale

La potente voce di Nek è stata una delle caratteristiche più importanti da quando ha iniziato la sua carriera, non solo per la grande capacità vocale che possiede, ma per il suo modo a volte esagerato di usarlo. In un’intervista con il Corriere della Sera nel 1998, Nek ha detto che Sting ha avuto una grande influenza sul suo modo di fare musica.

Nek: moglie e figli

Nek si è sposato con Patrizia Vacondio nel 2006 e da allora stanno insieme. I due sono stati fidanzati per 11 anni prima di sposarsi, ma il loro amore è durato molto di più. Nel 2011 hanno dato il benvenuto alla loro prima figlia, Beatrice. Nek le ha dedicato molte delle sue canzoni.

Il patrimonio del cantante

Dalle statistiche possiamo vedere che su YouTube il cantante guadagna tra i 7 e i 44mila euro, cui vanno aggiunti ovviamente gli introiti derivanti dai suoi CD e dalle partecipazioni a eventi e concerti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *