Luca Argentero, avete mai visto sua moglie Cristina Marino? Età, Figlia e Doc – Nelle tue mani 2

35

«UN CAST UNITO E SEMPRE DISPOSTO AD AIUTARSI È LA VERA FORZA DELLA SERIE», DICONO I DUE ATTORI. «CI PARAGONANO A E.R., MA NOI RACCONTIAMO UNA STORIA NUOVA: UN TEAM DI MEDICI CHE NON MOLLA MAI»

Finalmente il conto alla rovescia è terminato. Dal 13 gennaio, per otto serate, va in onda Doc – Nelle tue mani 2, il medical drama di Raiuno ispirato alla storia vera del dottor Pierdante Piccioni, il primario di medicina interna che perse la memoria dopo un incidente. La prima stagione ha registrato ascolti d’altri tempi, sfiorando i nove milioni di telespettatori. E, per la prima volta per una fiction italiana, il successo si è replicato in altri venti Paesi dove la serie prodotta da Lux Vide è stata distribuita.

Tanto che Doc viene paragonato ormai ai famosissimi predecessori del genere, come E.R., Grey’s Anatomy, Good Doctor. «Una grande soddisfazione», dicono i due protagonisti, Luca Argentero (che interpreta il medico Andrea Fanti) e Matilde Gioli (la dottoressa Giulia Giordano). «Noi però non ci siamo ispirati a nessuno, questo è un prodotto che abbiamo voluto e reso originale». I due attori ci hanno accompagnato dietro le quinte di Doc – Nelle tue mani per conoscere il segreto di un successo che, come vi apprestate a leggere, ha tutte le premesse per essere replicato.

Nella seconda stagione si parla di Covid, soprattutto delle conseguenze psicologiche che questa pandemia sta avendo sulle persone e sui medici stessi.

Argentero: «Per girare l’unico episodio che parla dell’emergenza sanitaria, abbiamo passato almeno dieci ore con indosso i dispositivi di sicurezza. È stata la cosa più faticosa che ho fatto nella mia vita. Se penso a quei medici che per mesi hanno lavorato in questo modo, in trincea, davvero non possiamo che definirli eroi. Ancora più che nella prima serie, abbiamo cercato di mostrare questo sacrificio e dare anche un messaggio di speranza: la squadra di Doc uscirà dalla pandemia con un occhio di riguardo in più verso la cura delle persone».

Cristina Marino, chi è la moglie di Luca Argentero?

Età

Cristina Marino, la moglie di Luca Argenterò, è venuta al mondo a Milano nel 1991. Non si conosce la sua data di nascita completa ma di certo la donna ha da poco compiuto i suoi primi 31 anni d’età.

Figlia

Cristina Marino, la moglie di Luca Argenterò, ha una figlia nata dall’amore con l’attore il 20 maggio del 2020. La piccola si chiama Nina Speranza ed è venuta al mondo nella fase più dura della pandemia, riuscendo a portare gioia e serenità ai neo-genitori in quel periodo così difficile per il mondo intero.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.