Marck Art: la bellissima storia del pittore degli angeli, chi è, malattia, salute

Mark Art, la bellissima storia del pittore degli angeli. Cosa sappiamo di lui e di quella che è la sua arte? Cosa sappiamo della sua vita privata? Ecco qui di seguito tutte le curiosità su Mark Art.

Mark Art, la bellissima storia del pittore degli angeli

Il suo vero nome è Marco Urso e da piccolino pare fosse  Favara nella provincia di Agrigento. Era figlio di un muratore di una casalinga e pare che la sua famiglia molto povera a stento riuscissero a portare a tavola qualcosa da mangiare. Nel momento in cui è nato i medici pare che si siano accorti di un problema di salute e lo hanno messo subito nell’incubatrice. Le sue condizioni di salute pare fossero talmente tanto gravi che i medici pensavano che potesse non farcela ma alla fine Marco è riuscito ad aggrapparsi alla vita. Nonostante tutto però sembra che abbia dovuto fare i conti con alcuni problemi ed infatti ha difetti di pronuncia, è piccolo, grasso.

Vittima di bullismo, i problemi di salute

A scuola pare che abbia avuto modo di sperimentare anche il bullismo visto che i suoi compagni pare lo chiamassero “ritardato”. I bulli lo prendevano in giro e oltre a chiamarlo con appellativi dispregiativi gli rubavano anche le merendine. Ovviamente di questo Marco ne ha sofferto tanto ma pare che sia riuscito a costruirsi un mondo tutto suo circondato dall’affetto della sua famiglia. Un giorno lo zio pare che gli abbia portato una fisarmonica e Marco si sarebbe concentrato proprio sulle mani che si muovono sulla tastiera chiedendo di provare a suonare e incredibilmente si è scoperto un musicista. La nonna a quel punto avrebbe speso tutti i suoi risparmi per comprare un pianoforte e lui sarebbe esorcizzato tutti i giorni. Da quel momento Marco avrebbe trascorso diversi giorni a suonare e mangiare raggiungendo i 120 kg.

Il coma, la nascita di Marck Art

Pare che però ad un certo punto qualcuno si sia accorto di un problema di salute rimasto fino a quel momento segreto, ovvero la sordità al 90%. Marco non sentiva, ma pare capisse tutto perché leggeva Il labiale. Fu la nonna a capire che qualcosa nel suo udito non andava perché dopo lo squillo del telefono Marco non sarebbe andato a rispondere. Dopo aver fatto il controllo la sua vita pare sia cambiata, grazie anche alle protesi.

Durante una visita in ospedale pare che le sue condizioni di salute siano improvvisamente peggiorate tanto da finire in uno stato di coma lieve e da quel momento alla sua vita sarebbe cambiata. Marco al risveglio avrebbe detto di aver parlato con gli angeli e uno in particolare Matteo il suo angelo gli avrebbe detto di mollare la musica, di vendere il pianoforte cominciare a dipingere. Nasce così Marck Art. In realtà pare che non avesse mai preso in mano un pennello ma nel momento in cui il padre gli comprò una tela e dei colori e il giovane avrebbe iniziato a disegnare scoprendo un grande talento. “Sono stati gli angeli a guidarmi. Io da oggi sono il pittore degli angeli”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.