Padre trova 20 gr di marijuana nelle mutande del figlio e lo porta dai carabinieri


Un ragazzo di 14 anni è stato portato dai Carabinieri dopo essere stato trovato in possesso di sostanze stupefacenti; è stato il padre a fare la cosa più coraggiosa: dopo diversi segnali preoccupanti nella condotta del figlio minorenne, che frequenta un liceo di Chieti, l’uomo ha pensato di agire prima che potesse essere troppo tardi.

La sera di Halloween, prima che il giovane uscisse, i genitori hanno deciso di perquisirlo e nella sua biancheria intima hanno trovato venti grammi di marijuana divisa in dosi, probabilmente pronta per essere consumata e nella serata di festa. Così, insieme al figlio, hanno raggiunto la stazione dei Carabinieri di Chieti e hanno denunciato il fatto, scoprendo la droga e consegnandola ai militari.

È stata depositata presso la Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minori dell’Aquila l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze pefacenti nei confronti di un ragazzo di 14 anni. “Voglio salvare mio figlio”, ha detto il padre del quattordicenne, che frequenta il primo anno di scuola superiore e che da qualche tempo cambiando nel comportamento e nell’atteggiamento: stavava saltava spesso la scuola, ribatteva agli insegnanti, prendeva appunti per il suo comportamento in classe, e in generale il suo rendimento scolastico era nettamente peggiorato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *