Regina Elisabetta non c’è pace per lei il figlio a processo

3

Nessuno come lei sa che la nottata prima o poi passerà. I suoi 95 anni sono là a ricordarglielo. Ma forse così è troppo persino per la regina Elisabetta, che pure di avversità ne ha sepolte tante. Non bastava una fine dell’anno non proprio esaltante col primo Natale trascorso senza la risata e gli scherzi del marito Filippo, morto ad aprile a quasi 1OO anni.

Non bastavano le restrizioni da Covid, che l’hanno costretta a restare nel castello di Windsor da sola con pochi fedelissimi. Ma è mancata anche Lady Farnham, sua dama di compagnia per oltre 50 anni che si è spenta dopo un’altra amica fraterna, Ann Fortune FtzRoy.

Certo, che vengano a mancare i tuoi cari una di queste ex ragazze, Virginia Giuffre, che oggi ha 38 anni, Andrea è stato portato in tribunale: l’accusatri-ce sostiene di essere stata costretta ad avere rapporti sessuali con lui per tre volte quando era minorenne, nel 2001.

Il principe non solo si è sempre dichiarato innocente, ma ha anche detto di non aver mai conosciuto la Giuffre. Peccato che esista una foto a smentirlo (dove compare anche Ghislaine Maxwell, l’ex compagna e braccio destro di Epstein condannata ad anni di carcere) e peccato anche che l’intervista rilasciata alla Bbc per difendersi sia stata un disastro tale da costringere la regina e il fratello Carlo a togliere ad Andrea ogni ruolo attivo nella famiglia reale.

Dal 2019 il principe convive con lo scandalo, nonostante la ex moglie Sarah Ferguson e le figlie Beatrice ed Eugenia lo difendano. Ma le cose potrebbero precipitare: nei giorni scorsi a New York si è tenuta l’udienza preliminare dopo la quale il giudice Lewis Kaplan dovrà decidere se procedere contro Andrea o no. I legali del principe hanno chiesto che il caso sia archiviato appellandosi a un accordo che la Giuffre raggiunse con Epstein nel 2009: in cambio di 500mila dollari (442mila euro) la donna rinunciava al diritto di azioni legali contro l’imprenditore e altri potenziali imputati.

Se tra questi ultimi rientrasse anche Andrea, l’incubo per la famiglia reale sarebbe finito. Altrimenti il principe potrebbe trovarsi, tra l’altro, a pagare spese legali folli per difendersi. La regina non lo aiuterà finanziariamente.

E a lui non resta che tentare di vendere lo chalet svizzero da 20 milioni di euro di sua proprietà per fare cassa. Non è la prima volta che tenta di disfarsi della dimora ma finora “il colpaccio” non gli è riuscito. Elisabetta è preoccupata. Anche perché quest’anno la sovrana festeggia 70 anni di regno e vorrebbe farlo senza macchie sul curriculum. Sta valutando di togliere ad Andrea i titoli reali, come ha già fatto per Harry e Meghan. Basterà questo a evitare che anche la sua immagine venga travolta?




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.