Conosci davvero chi è Renato Zero? Età, carriera, biografia, Loredana Bertè, moglie, figli e nipoti


Visse l’infanzia e l’adolescenza nella frazione di Montagnola (che ispirò Renato a comporre la sua canzone Periferia ), dopo aver completato gli studi di base e secondari si dedicò interamente alla musica e al teatro. Tra le sue canzoni più note: Il Cielo (Il cielo), I Migliori anni della nostra vita (I migliori anni della nostra vita), Triangolo (Triangolo), Nei giardini che nessuno sa (Nei giardini dove nessuno va) cantate anche di Laura Pausini , e Tutti gli zeri del mondo (quest’ultima canzone omonima del programma televisivo RAI ), che ha registrato in duetto con Mina Mazzini .

Dopo l’album “Il Dono” del 2005, che riscosse un enorme successo, un altro album inedito uscì solo nel 2009. In una precedente intervista, Renato Zero disse: “Ho cercato le canzoni perfette, potrebbero volerci un po’, ma presto ne avrò uno per te.” sorpresa che lo ameranno.Nel marzo 2009 esce il suo nuovo album, dal titolo “Presente”, da cui viene estratto il primo taglio “Ancora qui”, un video a cui partecipano molti artisti italiani, come Manuela Arcuri, Elena Sofia Ricci e molti altri. ; che è stato un completo successo sin dalla sua pubblicazione. Il disco contiene 17 brani composti da Renato Zero.

Il 16 novembre 2010 esce il suo nuovo album “Segreto Amore”, una raccolta di 17 canzoni, di cui 15 che parlano d’amore e due nuove canzoni “Segreto Amore” e “Roma”. È stato presentato in anteprima al concerto che Renato Zero stava festeggiando nella Capitale in occasione del suo 60° compleanno, che ha voluto festeggiare con i suoi fan nella sua città natale, dedicando loro il brano che cantava ai concerti, mentre le immagini di Roma scorreva sullo schermo e i personaggi della serie che l’hanno resa famosa in tutto il mondo. Il 10 maggio 2011 sono stati messi in vendita i 3 dvd contenenti i concerti di “Sei Zero” in cui Renato festeggia i suoi 60 anni. Con i 3 dvd, raccolti in una custodia, Renato include un libro intitolato “Diario di uno Zerofolle”, con pagine dei diari dei suoi fan, foto e una lettera.

Renato Zero è uno dei cantautori italiani più amati. Della sua vita privata si sa molto poco, perché è sempre stato attento a proteggerla. Sapevate che era sposato? Scopriamo di più sulla vita familiare dell’artista romano! Renato Zero è considerato una figura di spicco della musica italiana fin dagli anni ’70, quando ha conosciuto il successo. Tra le sue canzoni di successo ricordiamo Mi vendo, Il carrozzone e Triangolo. In quel periodo Renato era noto per la sua personalità giocosa, che esibiva pur mantenendo un carattere ambiguo e originale. Ha mantenuto la sua vita privata mantenendo sempre quel velo sfuggente.

Età e dove è nato Renato Zero

Renato Zero è nato a Roma il 30 settembre 1950 e ha 72 anni. In occasione della registrazione all’anagrafe, Renato Fiacchini è il nome che usa. È davvero il suo vero cognome? Oltre a Zero, era conosciuto come Renato Fiacchini. Cosa lo ha portato a scegliere questo cognome? Un giorno si esibì per 500 lire al Ciack di Roma e a causa dei continui sfottò del pubblico fu soprannominato “zero” e lo scelse come cognome. Renato Zero è lo pseudonimo. Della sua vita privata si sa poco o nulla, anche se ha sempre tenuto alla sua privacy. Il cantautore romano ha vissuto due relazioni profonde, anche se siamo certi di due cose in particolare. C’è molta confusione sul fatto che il cantautore sia stato sposato con uno dei suoi amori più importanti.

Non sono in molti a sapere che l’autore di Spiagge ha avuto anche una moglie; le fidanzate di Renato Zero hanno sempre mantenuto un basso profilo perché lui ha sempre tenuto alla sua privacy. La relazione con Lucy Morante, conosciuta negli anni Settanta, è la più importante per Renato. All’epoca, lui si esibiva nei locali notturni mentre lei vendeva i suoi dischi all’aperto con una tettoia. Il loro amore è nato in seguito alla reciproca passione per la musica e, sebbene sia terminato, li unisce ancora.Tra i due rimane oggi un bellissimo rapporto, al punto che Renato Zero, ricordando quegli anni, dice di lei:

Non avrei neppure bisogno di dirle bentornata, perché con Lucy non ho mai davvero rotto. È sempre stata parte della mia vita: l’esperienza più bella. E quando non rompi, non hai bisogno di ricucire. Semplicemente, ti ritrovi, e ti riconosci.

Dopo il divorzio, Lucy divenne la manager di Renato e la sua principale accompagnatrice alle feste. L’ex moglie è sempre stata una compagna e un’agente tranquilla, disponibile quando e dove necessario, evitando la pubblicità.

Il figlio di Renato Zero

Il figlio di Renato, Roberto Anselmo Fiacchini, è stato adottato legalmente nel 2003. È il figlio biologico di Renato, che è anche nonno. L’adozione di Roberto Anselmo Fiacchini è stata una sorpresa per l’opinione pubblica e per Renato, che non ha mai avuto figli naturali. Nel 1993, quando era poco più che ventenne, incontrò Renato e divenne la sua guardia del corpo. Rimasto orfano nel 1993, ha incontrato Renato, che lo ha adottato nel 2003 dopo aver acquisito il suo vero cognome, Fiacchini. Successivamente si è sposato con Emanuela Vernaglia, con la quale ha avuto due figlie, Ada e Virginia, nipoti di Renato.

Loredana Bertè

Alla fine degli anni Sessanta, Renato Zero e Loredana Bertè si incontrano a Roma, in via Tagliamento, al Piper, un locale. Erano una coppia di sognatori che volevano trasformare le loro visioni in realtà. Anche nei momenti difficili, Renato e Loredana sono rimasti fedeli l’uno all’altra. Hanno iniziato a fare carriera nello stesso anno e sono diventati presto amici inseparabili. Non si separarono nemmeno quando raggiunsero il successo, più o meno nello stesso periodo. Nel 1975 lei pubblicò Sei bellissima e nel 1977 lui pubblicò Mi vendo, il suo quarto album con testi trasgressivi che iniziarono a stabilire delle tendenze nel mondo della musica. Di conseguenza, fanno ormai parte della storia.

Ex fidanzata

E l’altra donna della vita di Renato? Per molti sarà una vera e propria sorpresa, eppure Zero è stato anche fidanzato con Enrica Bonaccorti, l’altra grande donna della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *