Hai capito chi è Giuseppe La Franca? Cittadinanza onoraria e la storia


“L’Avvocato Giuseppe La Franca, ex funzionario del Banco di Sicilia in pensione, aveva deciso di non cedere le sue terre ai fratelli Vitale, come avevano fatto altri proprietari della zona.”

“I ‘Fardazza’ avevano preso possesso di un edificio rurale appartenente a dei parenti di Giuseppe La Franca. Nonostante gli altri abbandonassero le loro terre di fronte al pericolo e alle minacce mafiose, mentre le istituzioni e anche alcuni media locali fingessero di non vedere o di non sapere o erano impotenti, lui continuava a difendere i suoi diritti di proprietà visitando i suoi terreni. Tuttavia, la sua determinazione a mantenere la proprietà dava fastidio ai mafiosi brutali e prepotenti, che vedevano in lui un cattivo esempio per le altre pecore docili e sottomesse.”

“Opponendo i propri valori di uomo libero e cittadino all’arroganza mafiosa, Giuseppe La franca ha incontrato la morte, subendo la furia omicida di coloro che sono abituati a far prevalere la violenza sulla legge e il rispetto degli altri. Tuttavia, con la sua tragica fine, ha fatto ‘bollire le coscienze’. Anche il Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro si espresse duramente sull’episodio, chiedendo alle forze dell’ordine di riprendere il controllo del territorio. Il 4 gennaio 1997, La Franca fu assassinato su ordine del boss Leonardo Vitale, infastidito dalla legittima ostinazione di quest’uomo a difendere semplicemente ciò che gli apparteneva. La verità sull’episodio è stata rivelata dalla pentita di mafia Giusy Vitale, sorella dei Vitale, secondo la quale il mandante dell’omicidio sarebbe stato il fratello Leonardo Vitale, mentre il killer il palermitano Ninetto Madonia del quartiere Borgo Vecchio.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *