Ladri armati sequestrano e rapinano anziana da 2 uomini armati di spranga: bottino da 10mila euro



Una tranquilla serata si è trasformata in un incubo per una donna di 70 anni nel cuore del quartiere Trieste a Milano. Mentre rientrava a casa dopo una giornata di lavoro e alcune commissioni natalizie, è stata sorpresa da un terribile destino. La donna aveva appena aperto la porta di casa quando è stata afferrata da due uomini armati di spranghe di ferro e trascinata all’interno. Ciò che la attendeva all’interno del suo appartamento era ancora più spaventoso: i ladri avevano già forzato la finestra del balcone per entrare.



Un Terribile Agguato

Per almeno venti minuti, la donna è rimasta prigioniera dei due aggressori, che la minacciavano con le loro armi improvvisate. I malviventi volevano denaro e preziosi e hanno cercato di ottenere la combinazione della cassaforte. Nonostante le minacce e le urla, la donna, spaventata e sotto choc, non è riuscita a fornire loro il codice di accesso. Nel frattempo, un inquilino del piano di sopra ha udito i rumori e le grida e ha immediatamente chiamato il 112, sospettando che una rapina fosse in corso.

Una Rapida Risposta della Polizia

La segnalazione ha portato rapidamente le volanti della polizia sul luogo dell’aggressione, ma i due aggressori erano già riusciti a forzare parzialmente la cassaforte e a rubare alcuni gioielli. Quando gli agenti sono entrati nell’appartamento, hanno trovato la vittima terrorizzata, raggomitolata in un angolo. Fortunatamente, non è stato necessario il suo trasferimento in ospedale, ma il trauma dell’esperienza era evidente.

Il Profilo dei Ladri

I due ladri, descritti come minuti di corporatura e vestiti con abiti scuri, avevano il volto coperto e indossavano guanti. La vittima ha anche notato che avevano un accento dell’Est. Secondo le prime indagini e le verifiche della polizia scientifica, i ladri sarebbero entrati nell’appartamento attraverso una portafinestra e avrebbero trovato la cassaforte. Nonostante i loro sforzi, non sono riusciti a forzarla completamente. Quando la vittima è rientrata, l’hanno minacciata, ma la donna non ricordava il codice di accesso. Uno dei due ladri è riuscito comunque a prendere alcuni gioielli prima di fuggire.

Ipotesi Investigativa

In base alle modalità della rapina, alle descrizioni dei sospetti e all’accento dell’Est, l’ipotesi investigativa suggerisce che i due potrebbero appartenere a una banda di rapinatori albanesi. Recentemente, la stessa banda è stata colpita dall’arresto di due membri sospettati di compiere rapine in ville. Gli agenti della Squadra Mobile avevano arrestato uno di loro, che era stato catturato con strumenti da scasso. Non è escluso che il colpo a Milano sia stato compiuto da altri membri della banda ancora in libertà. La polizia sta anche cercando di risalire agli autori della rapina attraverso gli impianti di videosorveglianza dei condomini circostanti.



Lascia un commento